News
8 Ottobre Ott 2020 1054 08 ottobre 2020

Costa d'Avorio. Il progetto sostegno a distanza di AVSI raccontato dalla rete televisiva nazionale

Grazie alla donazione della famiglia Testoni, la collaborazione con il canale nazionale della televisione ivoriana RTI2 diventa l'occasione per distribuire pacchi alimentari alle famiglie del sostegno a distanza, rese ancora più vulnerabili dall'emergenza COVID-19

2020 Costa D'avorio 1

Dal 2018 Roberto e Giulia Testoni sostengono a distanza 38 bambini in Costa d'Avorio. Quando è scoppiata la pandemia da COVID-19 Roberto e Giulia hanno subito pensato alle famiglie ivoriane che aiutano da anni e hanno voluto offrire un ulteriore sostegno con una donazione extra di 1.000 euro.

Grazie ad essa, AVSI - che opera nel paese ivoriano dal 2008 - ha distribuito pacchi alimentari ai genitori dei bambini sostenuti a distanza, quelli più colpiti dalla crisi che hanno perso il lavoro o hanno dovuto sospendere le loro attività. Inoltre, ha attivato una campagna di sensibilizzazione sul COVID-19 e sulle misure igienico-sanitarie di protezione: lavaggio frequente delle mani con il sapone, utilizzo della mascherina e di gel idro-alcolici, rispetto del distanziamento sociale.

Per la consegna di questi pacchi AVSI ha scelto un corriere speciale: 23 famiglie hanno ricevuto la visita della troupe televisiva del programma dedicato alle attività sociali dell'emittente nazionale ivoriana RTI2 "RTI2 à domicile"

L'inviato di RT2 grazie al sostegno della famiglia Testoni ha consegnato a 23 famiglie un pacco di prodotti alimentari (riso, olio, conserva di pomodoro, pasta) e di dispositivi per la protezione individuale (gel idro-alcolico, mascherine): un contributo importante e un segno di solidarietà per 152 persone dei quartieri più poveri di Abidjan (Koumassi, Treichville, Yopougon e Abobo).

Il progetto sostegno a distanza

Il sostegno a distanza permette l’accompagnamento di un bambino in modo personalizzato nel percorso di crescita, nell’educazione e nel cambiamento che man mano si genera. Lo sviluppo del bambino è connesso a quello della sua famiglia e della sua comunità e risente del contesto sociale e culturale in cui vive: per questo AVSI privilegia l’approccio famigliare, prendendosi cura del bambino e, insieme, del suo nucleo famigliare e comunitario.

Attualmente in Costa d'Avorio i bambini sostenuti a distanza sono circa 400.

News Correlate