News
1 Dicembre Dic 2018 0000 01 dicembre 2018

Repubblica del Congo. AVSI promuove il primo forum nazionale sulla lotta all'AIDS

In occasione della trentesima giornata mondiale contro l’AIDS, più di 30 realtà attive nel paese si sono riunite a Pointe Noire per due giorni di lavoro su attività e interventi necessari per sconfiggere il virus.

Rep Congo Forum Hiv

AVSI Repubblica del Congo, in partenariato con il Club des Jeunes pour l’Education Sexuelle et à la Santé (CJESS) ha organizzato il primo Forum di riflessione sulla situazione della diffusione dell'HIV nel paese il 29 e 30 novembre 2018 a Pointe-Noire.

All'evento i rappresentanti di 10 istituzioni governative, 7 ospedali pubblici 10 associazioni e 4 società private si sono riuniti per presentare le attività svolte, le difficoltà incontrate e le soluzioni per risolvere problemi riguardanti la cura e la prevenzione della malattia.

Il dottor Mapapa, a capo del programma nazionale della lotta contro l’HIV/AIDS, ha presentato i dati 2017 della diffusione del virus nel paese:

  • il 3,12% della popolazione è sieropositivo o malata ma solo il 35% è a conoscenza del proprio status.
  • il 3,6% delle donne incinte è sieropositivo e il tasso di trasmissione della malattia da madre a figlio è del 18,2%, dato in aumento in confronto al 15,9% del 2013;

Il forum si è chiuso con la stesura di raccomandazioni rivolte al governo congolese per migliorare la prevenzione, la presa in carico delle persone sieropositive e la tutela dei loro diritti. Tra le proposte quelle di aumentare le risorse per il reclutamento e la formazione di medici, paramedici, psicologi e assistenti sociali; di regolarizzare la fornitura degli antiretrovirali, dei medicinali per il trattamento gratuito delle infezioni opportunistiche e del materiale per gli esami di monitoraggio biologico. Le raccomandazioni tengono conto anche dell’importanza della prevenzione, chiedendo maggiori risorse per campagne di sensibilizzazione e ricerche su usi e costumi locali che stigmatizzano i malati e ostacolano la cura della malattia.

L'iniziativa ha avuto esiti molto positivi: è emerso chiaramente come la messa in rete di tutti gli attori della lotta all’HIV sia fondamentale. Anche per questo si è parlato di strumenti di condivisione di esperienze e dell’organizzazione di un sistema d’advocacy che favorisca l’aumento di contributi da parte di soggetti privati e che spinga le istituzioni sia a vigilare sull’applicazione delle leggi in materia, sia a garantire la diffusione dei medicinali, intervenendo anche sul traffico illegale degli antiretrovirali.

Caterina Cipriani, rappresentante di AVSI Congo

AVSI è presente in Repubblica del Congo dal 2011 e dal 2016 coordina un progetto in partenariato con l’ONG congolese Avenir Positif e cofinanziato dall'Unione Europea per migliorare le condizioni di vita di bambini e adolescenti affetti dall’HIV/AIDS e delle loro famiglie. In particolare AVSI affianca associazioni locali che sostengono bambini, giovani e donne affetti o a rischio di HIV attraverso attività di sensibilizzazione e di formazione.