News
18 Aprile Apr 2016 1229 18 aprile 2016

La rete di AVSI mobilitata per l’emergenza Ecuador

«Il terremoto più grave dal 1979: il Paese in ginocchio ha bisogno di noi» La testimonianza dall’Ecuador di Stefania Famlonga, responsabile dei progetti AVSI in loco: «Servono medicine, cibo e aiuti di prima necessità al più presto».

Giampaolo Silvestri, segretario generale di AVSI, presenta la nuova raccolta fondi straordinaria a sostegno delle vittime del terremoto: «Tutta la nostra rete di migliaia di sostenitori in Italia e all’estero è mobilitata per aiutare immediatamente il Paese».

Fondazione AVSI, ong italiana attiva in 30 Paesi del mondo, lancia una raccolta fondi straordinaria per sostenere le vittime del terremoto che ha colpito l’Ecuador, il più grave dal 1979 a oggi. L’obiettivo è quello di assicurare alla popolazione coinvolta beni di prima necessità, come cibo, acqua e medicine, difficili da trovare in questo momento nelle regioni terremotate.
AVSI in particolare è presente nella zona di Portoviejo, gravemente colpita dal sisma, con progetti di sostegno a distanza di 700 bambini ai quali offre soprattutto servizi sanitari e proposte educative diverse. La raccolta fondi è già partita: sul sito www.avsi.org e sugli account Twitter e Facebook di AVSI è possibile mantenere un filo diretto con il Paese e restare aggiornati sui bisogni e le operazioni di risposta all’emergenza.
«Ero in viaggio quando ho iniziato a perdere il controllo dell’auto - racconta Stefania Famlonga, responsabile AVSI in Ecudador. È avvenuto tutto velocemente, il nostro staff è illeso, ma il Paese è in ginocchio: le stime parlano di più di 270 morti e 2.000 feriti, una catastrofe in un Paese già in sofferenza per la pesante crisi economica. Ora dobbiamo pensare alle vittime, a come sostenere chi è sopravvissuto garantendo beni di prima necessità, in particolare ai bambini soli”.
«AVSI e la sua rete di sostenitori si è subito attivata per la raccolta di fondi – rileva Giampaolo Silvestri, Segretario Generale di Fondazione AVSI. Siamo in rapporto costante con il nostro staff in Ecuador per capire come sostenere le vittime e indirizzare gli aiuti nel modo più efficaceAggiorneremo man mano su come procede la distribuzione di aiuti e informeremo i sostenitori a distanza su come stanno i "loro" bambini».

Per donazioni: - online dal sito: https://donazioni.avsi.org/emergenze/emergenza-ecuador/ - tramite bonifico: CREDITO VALTELLINESE Sede Milano Stelline, Corso Magenta 59 IBAN IT04D0521601614000000005000 c/c intestato AVSI FONDAZIONE Per bonifici dall’estero: BIC (Swift code): BPCVIT2S

Leggi il comunicato stampa