News
22 Agosto Ago 2015 1338 22 agosto 2015

La voce di un bambino rifugiato. Con Unicef e UE dal Libano al Meeting di Rimini

"Siamo venuti qui nel campo di Marj el Khokh perché qui mio marito ha trovato lavoro e qui vivono i miei parenti e i membri della nostra famiglia". Da tre anni la famiglia di Abed El Hussein è fuggita dalla Siria.

Lungo il tragitto verso il Libano la morte li ha inseguiti uccidendo con una pallottola vagante un parente vicino. La tragedia di questa morte di cui è stata testimone questa famiglia composta da 6 persone ha lasciato una traccia nella loro vita specialmente in quella di Hassan, il figlio maggiore di 7 anni.

La storia di Hassan è stata raccontata e vista dal pubblico del Meeting venerdì 21 agosto durante l'incontro con il Segretario Generale Giampaolo Silvestri dal titolo Emergenze nel mondo: il ruolo degli Organismi Internazionali.

Il video dell'incontro al Meeting Emergenze nel mondo: il ruolo degli Organismi Internazionali
;

La storia di Hassan

Come Hassan, altri 2.200 bambini siriani e libanesi che non hanno accesso al sistema scolastico formale, stanno partecipando al progetto portato avanti da AVSI con la collaborazione di Unicef e il finanziamento dell'Unione Europea. L'obiettivo di questo progetto è quello di poter reintegrare questi bambini in un sistema scolastico che possa essere quello libanese oggi e un domani quello siriano per dar loro un futuro migliore.

Il progetto di AVSI con Unicef, finanziato dall'Unione Europea