News
7 Agosto Ago 2013 1119 07 agosto 2013

Un incontro in Terra Santa

Alessio e Anna Maria hanno fatto un pellegrinaggio in Terra Santa, un’occasione per incontrare anche la loro bimba sostenuta a distanza, Marinette, che vive in Gerusalemme.

Per una serie di contrattempi non sono riusciti ad organizzare l’incontro con lei, partita con alcuni parenti pochi giorni prima del loro arrivo, ma hanno potuto conoscere la madre della bimba.
Alessio racconta così l’incontroDurante il nostro viaggio in Terra Santa non siamo riusciti ad incontrare Marinette. Però abbiamo avuto la sorpresa e la gioia di incontrare la mamma di Marinette, prima presso la scuola, poi nella sua casa. Marinette aveva assolutamente voluto che la mamma ci consegnasse un suo ricordo: la foto della sua prima comunione ed un piccolo portafoto da lei realizzato con del compensato e poi rifinito con disegni e applicazioni. Questo pensiero ha molto commosso me e mia moglie. Ma la cosa che più ci ha colpito è  stata la casa dove siamo stati accolti e dove abita Marinette con la sua famiglia: solo un ambiente (25/30 mq.)dove c'è il letto matrimoniale, attaccato a questo e al muro il letto a castello delle bambine, dall'altro lato un armadio e poi un frigo e una TV attaccata alla parete. La mamma di Marinette ci ha mostrato due tavoli pieghevoli che vengono tirati fuori all'occorrenza per mangiare e far studiare le bambine. Anche per noi ha tirato fuori da dietro l'armadio due sedie pieghevoli dove ci siamo seduti io e mia moglie, mentre lei e Sr. Frida (che ha organizzato l’incontro) si sono accomodate sul bordo del letto. Ci ha parlato delle difficoltà che incontrano ogni giorno, delle bambine, e  l'altra cosa che ci ha colpito è che non ha mai smesso di sorridere e mostrare grande dignità, nonostante tutto! Ci ha tanto ringraziato per il sostegno che portiamo avanti con le altre due famiglie (siamo tre famiglie di amici, noi e due famiglie della Brianza) e ci siamo salutati con la speranza che ci possano essere altre occasioni di incontro, magari anche con le bambine ed il marito. Devo confessare che all'uscita non ho potuto trattenere alcune lacrime (gioia per l'incontro mista a tristezza per la situazione in cui versano gli arabi cristiani in Terra Santa). Anche Sr. Frida ci ha detto, poi, di essere rimasta molto colpita, perché non era mai stata nella loro casa e non conosceva questa situazione. In conclusione, un'esperienza che ci ha profondamente toccato il cuore. Carissimi amici, grazie di tutto, grazie di aver permesso tutto questo, grazie per il legame che ci unisce, grazie per quello che fate”.