News
11 Giugno Giu 2013 1551 11 giugno 2013

Da una batteria di cartone al palco di un concerto: la grande passione di Amadi

La grande passione di Amadi è la musica, sin da quando, nel 2004, ha iniziato a suonare la sua prima batteria al Centro Meo.

Amadi è uno dei 1.240 bambini sostenuti da AVSI in Burundi attraverso il progetto di Sostegno a distanza. L’intervento si concentra nell’area rurale delle Province di Kayanza e Ngozi e nel contesto urbano dei quartieri Nord della capitale Bujumbura, per mezzo del Centro ricreativo “MEO LINO LAVA”. Il Centro si rivolge a famiglie e bambini come luogo ricreativo diurno svolgendo anche attività di supporto nutrizionale. Attraverso la proposta di tantissime attività, dal supporto scolastico allo sport, si cerca di fornire a bambini e ragazzi alternative alla vita di strada.
Tra queste vi è anche lo studio della musica e l’approccio a diversi strumenti, quali ad esempio le percussioni, cui Amadi si è ben presto appassionato e ha studiato con grande impegno, tanto da crearsi una prima batteria, tutta sua, fatta di cartone per esercitarsi a casa.
Un impegno e una passione che si sono tradotte in un lavoro: Amadi oggi ha terminato i suoi studi secondari e suona nel gruppo dei Moutcho, piuttosto conosciuto in Burundi e speriamo presto anche in tutta l’East African Community. Hanno già fatto qualche tournée e hanno anche un profilo Facebook!
Il successo di Amadi è un’emozione per tutti noi: è il successo dell’assistente sociale che lo ha seguito, del suo amico italiano che lo ha sostenuto in tutti questi anni con la sua dedizione e il suo incoraggiamento, ed è un successo anche per la Fondazione AVSI, il cui obiettivo principale è quello del bene della persona e della sua felicità.
Scopri il Sostegno a distanza