News
3 Giugno Giu 2013 1549 03 giugno 2013

Speciale giornata mondiale dell'ambiente:piantando un albero piantiamo vita, vita per noi e per i nostri figli

Un’iniziativa particolarmente interessante quella realizzata ad Humocaro, Venezuela. Humocaro è una zona rurale alla base delle Ande, dove AVSI sostiene più di 170 famiglie, in collaborazione con il partner locale Fondazione San Antonio.

Partendo da quanto osservano quotidianamente nella loro attività di sostegno educativo, sanitario ed alimentare, le educatrici si sono accorte che le famiglie che frequentano il Centro della Fondazione non avevano alcuna coscienza dell’importanza che rivestono nell’alimentazione alcune piante da frutto autoctone e come ad esse fossero preferite altre varietà non reperibili in zona e quindi acquistabili solo al mercato e a prezzi alti. Approfondendo il discorso è emersa una perdita nelle ultime generazione di quel patrimonio ambientale, fatto di conoscenza della terra, dei suoi cicli, della sua flora e fauna tipica, della sua ricchezza anche in termini alimentari.

[gallery columns="2"]
Questo è stato lo spunto per un lavoro, avviato dall’equipe che segue le attività per il Sostegno a distanza presso il Centro, avente ad oggetto l’ambiente, il concetto di “sostenibilità ambientale” e l’impatto che esso ha sulla salute dell’uomo.
Grazie alla collaborazione di alcuni esperti, laureati in gestione ambientale e ingegneri agronomi, l’ufficio Nutrizione e Salute della Fondazione, ha organizzato e strutturato alcune giornate a tema. Attraverso laboratori e attività ricreative ci si è poi soffermati su tutti quei piccoli gesti quotidiani che concretamente aiutano a preservare l’ambiente in cui la comunità vive, coinvolgendo anche i bambini. Sono stati anche analizzati gli alberi da frutto autoctoni, quali benefici nutrizionali apportano, perché preferirli, anche in una logica di minor costo: la frutta e la verdura a “chilometro zero” non solo è più fresca e più buona ma costa anche meno!
Certamente la parte preferita dai bambini è stata quella finale: una grande festa durante la quale sono stati piantati, insieme ai genitori, 25 alberi da frutto, che crescono in loco, e sono stati regalati loro alcuni alberelli, da piantare vicino casa e da curare affinché possano crescere e fruttificare.
L’iniziativa ha visto una partecipazione numerosa ed entusiasta. Tante le testimonianza positive raccolte, come quella di Erika Torres, una mamma, che afferma: “Piantando un albero piantiamo vita, vita per noi e per i nostri figli” o quella di Maria Diaz, che commentando la giornata si è soffermata sulla responsabilità che ora sente affinché “questa conoscenza rimanga nei miei figli e possa dare frutti in futuro”.
Scopri il Sostegno a distanza