News
20 Febbraio Feb 2013 1319 20 febbraio 2013

Uganda: i risultati del primo anno del progetto SCORE a sostegno di oltre 16.000 famiglie

Progettato per coinvolgere e accompagnare le comunità e le famiglie nel percorso di crescita e rafforzamento del loro ruolo per la protezione e la cura dei bambini, il programma SCORE (Sustainable Comprehensive Responses for Vulnerable Children and their Families), finanziato da USAID e realizzato da AVSI Uganda e un consorzio di ong che include CARE, TPO e FHI360, sta sviluppando i rapporti interni alle comunità legandoli al sistema di riferimento locale e alle iniziative di governo, piuttosto che concentrarsi sul “distribuire” beni o servizi.

Tra le storie di successo degli oltre 16.000 nuclei familiari che hanno preso parte al programma nel primo anno troviamo quella di Josephine, madre trovatasi solo a mantenere la sua casa: “La mia famiglia riusciva a fare un unico pasto al giorno, ma ora grazie a SCORE e al nostro orticello di carote e un piccolo raccolto  possiamo mangiare due volte”. Ci sono altre centinaia di storie come questa. Le famiglie infatti sono invitate a partecipare ai gruppi di risparmio nei villaggi (VSLA, Village Savings and Loan Association), ad avviare attività generatrici di reddito, e vengono accompagnate nel migliorare l’accesso ai servizi sanitari, nel prender parte a scuole agricole, corsi di nutrizione e molte altre attività basate sui bisogni delle persone coinvolte.
Il numero totale di nuclei familiari coinvolti nel primo anno del programma (16.923) è aumentato del 7% rispetto all'iniziale target definito, con la volontà di accrescere ulteriormente il numero di famiglie aiutate fino ad arrivare a 20.000 nel secondo anno. Fedele al suo impegno di partire dalla reale situazione e di "adattare il progetto alle persone", SCORE ha utilizzato un'analisi approfondita dei dati generati dal progetto stesso per migliorare e aggiornare le attività, le strategie e i target. In linea con il suo approccio multisettoriale e centrato sulla famiglia, SCORE ha raggiunto un totale di 58.084 persone e ha sostenuto la creazione di 626 gruppi di risparmio nei villaggi coinvolgendo 16.762 membri. Oltre 1.000 giovani sono stati identificati dai partner di SCORE come bisognosi di lavoro e 863 hanno trovato un posto.
SCORE ha dato sostegno grazie ad attività agricole, attraverso le Farmer Field School e corsi di formazione di orticoltura, a un totale di 14.232 famiglie. Queste attività si sono rivelate molto utili in realtà sia rurali che urbane come strategia di diversificazione alimentare e promozione di attività di risparmio o generazione di reddito. Si stima che circa 69.000 persone hanno beneficiato del cambiamento di abitudini in materia di nutrizione e preparazione dei cibi. Circa 2.500 membri della comunità, responsabili del Consiglio locale, ufficiali di polizia, operatori sanitari e insegnanti sono stati formati su questioni riguardanti la protezione infantile in relazione alla loro area di riferimento chiamandoli a dare il loro contributo.
Nelle aree coinvolte dal progetto SCORE, 302 scuole hanno partecipato a iniziative per promuove la sicurezza, la protezione, lo sviluppo e il benessere dei bambini. I partner del programma hanno realizzato oltre 20.138 visite presso le abitazioni delle famiglie coinvolte. SCORE ha attivamente coinvolto 18.412 famiglie, sia beneficiarie che non, della stessa comunità in incontri e workshop con lo scopo di potenziare le loro conoscenze e abilità in varie aree (come nelle competenze genitoriali, educative, dell’igiene, della sanità, della protezione e dell’acqua).
SCORE ha mantenuto uno stretto coordinamento con il Ministry of Gender, Labor and Social Development (MGLSD) con la presenza permanente di un rappresentante MGSLD nel Comitato Tecnico Direttivo di SCORE e una regolare partecipazione dei rappresentanti MGSLD in attività di monitoraggio attraverso incontri zonali SCORE. Inoltre, le partnership e il coordinamento con altri progetti realizzati da USAID o altri attori della zona hanno contribuito a sfruttare al meglio le risorse, riducendo al minimo le duplicazioni e le sovrapposizioni.
Scopri di più sul progetto SCORE