Paese

Brasile

Presenti nel Paese dal 1984 lavoriamo in partnership con i nostri soci fondatori per sostenere la popolazione con progetti di sviluppo urbano, diritti umani, educazione, energia e ambiente, formazione professionale e responsabilità sociale.

16711984 1196769820360516 5202640796407514386 N

L’origine. Nel 1984 AVSI propone il suo primo progetto di regolarizzazione fondiaria delle favelas nella città di Belo Horizonte, supportando l’opera missionaria di Rosetta Brambilla e Pigi Bernareggi. Nel 1993 inizia il primo progetto di sostegno a distanza e l’anno successivo prendono l’avvio due programmi significativi di urban upgrading Alvorada a Belo Horizonte, e Novos Alagados a Salvador de Bahia.

I settori di intervento. In Brasile dagli anni ’80, oggi AVSI ha sviluppato una presenza significativa nei settori dello sviluppo urbano per l’inclusione di aree di favela all’interno delle grandi città, dell’efficienza energetica in rapporto con le imprese, dell’educazione infantile e informale con una rete di 30 realtà locali, del lavoro giovanile in collaborazione con le imprese e dell’agricoltura e ambiente.

Lo urban upgrading. In oltre 20 anni di esperienza nelle metropoli brasiliane, AVSI ha sviluppato un know-how e un metodo specifico nell’urban upgrading, esposto in molti incontri internazionali, come il G8 e la Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, e documentato da studi di organismi come Cities Alliance. Da segnalare in particolare l’esperienza realizzata a Salvador de Bahia in collaborazione con la Cooperazione Italiana e la Banca Mondiale.

Il trilaterale. Nel 2010 inizia il progetto trilaterale Italia-Brasile-Mozambico per il trasferimento a Maputo della metodologia di urban upgrading utilizzata a Belo Horizonte e a Salvador.

Formazione per le nuove generazioni. Nel 2004 AVSI inizia progetti di partnership tra pubblico e privato con il coinvolgimento delle imprese presenti sul territorio. Significativo il progetto Arvore da Vida con FIAT a Belo Horizonte, che nel 2011 viene studiato da Altis. 10 anni e 20.367giovani e donne coinvolti, questi i numeri del progetto di responsabilità sociale d’impresa di FIAT che ha avuto un’importante funzione nel fornire ai più giovani un percorso sociale ed educativo che li ha aiutati a continuare il percorso scolastico intrapreso e li ha preparati ad entrare nel mondo del lavoro. Anche a Rio AVSI rafforza il programma “Ao Trabalho” focalizzato sulla formazione dei giovani in vista dei grandi eventi sportivi realizzati nel Paese.

Diritti umani. Il Brasile ha la quarta popolazione carceraria del mondo, 600mila detenuti dei quali quasi 250mila in attesa di giudizio. E’ il principale problema in termini di diritti umani che il Paese deve ancora affrontare. In questo panorama AVSI sostiene le APAC, carceri senza guardie né armi, un’eccellenza che costa 1/3 delle carceri comuni e che ha una recidiva che scende fino al 20% contro l’80% delle carceri comuni.

La sfida educativa. Dal 2000 AVSI porta avanti un progetto a sostegno di 30 centri educativi per bambini nel Paese per scommettere sulle generazioni future.

Allegati