Paese

Kenya

Da oltre trent'anni nel Paese africano, in partnership con i nostri soci fondatori, operiamo per favorire lo sviluppo delle comunità locali, lavorando con le fasce più povere della popolazione. A questo scopo puntiamo sull'educazione e la formazione nei quartieri periferici di Nairobi, a Kibera, uno degli slum più grandi dell'Africa, a Dadaab, il campo profughi più popoloso del pianeta, e nei villaggi rurali del Paese.

001 5210

Anche nella situazione più disperata, dalla miseria degli slum ai campi profughi, c’è sempre una speranza: abbiamo visto tante persone rinascere, oggi sono adulti con una famiglia e un lavoro. Abbiamo creato scuole e opere che sostengono migliaia di persone, grazie a un percorso che ha reso le persone protagoniste, creative e responsabili”

Andrea Bianchessi, regional manager AVSI East Africa

AVSI collabora in Kenya con numerosi partner locali nel realizzare progetti allo sviluppo e gestire opere nella capitale Nairobi, in vari villaggi e nel campo profughi di Daddab, al confine con la Somalia.

La scuola St. Kizito. Si trova nella periferia di Nairobi e dal 1994 offre ogni anno a circa 700 ragazzi e ragazze la possibilità di ottenere una qualifica professionale valida per l`ingresso nel mondo del lavoro. Offre 11 Corsi tra cui: Meccanico, Segretaria Aziendale, Perito Elettronico, Catering, Parrucchiera, Perito Informatico, ecc. St. Kizito collabora con varie fondazioni e imprese locali per la formazione aziendale, stage e inserimento lavorativo per profughi e giovani in condizioni di disagio. Si tratta di interventi realizzati in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri Italiano (MAE), l’Unione Europea ed altri donatori privati.

La Little Prince. È una scuola primaria, con annesso asilo, ubicata nella baraccopoli di Kibera che accoglie 400 bambini. Oltre alla formazione scolastica viene dato spazio a vari laboratori d’arte tra cui il più significativo è quello teatrale. Dispone di un impianto di bio gas, pannelli solari, orti urbani ed un allevamento di polli, per far fronte ai bisogni della scuola.

La Cardinal Otunga. Grazie ad un innovativo metodo educativo è oggi tra le migliori scuole secondarie del Kenya. Ospita 140 studenti e si trova nella Contea di Kiambu, poco distante da Nairobi. Dispone di vari laboratori, una biblioteca, una sala computer, una sala multifunzionale ed un ampio campus per attività sportive e ricreative.

La San Riccardo Pampuri. La scuola si trova nella Contea di Meru, nel villaggio di Mutuati e offre la possibilità a tanti bambini poveri di poter ricevere una istruzione di qualità. Ha 350 studenti e dispone di una mensa, una biblioteca e un impianto di raccolta di acqua piovana.

AVSI supporta anche l’asilo E. Mazzola e la scuola primaria Urafiki Carovana a Kahawa Sukari nella Contea di Kiambu. AVSI sostiene nella Contea di Nandi l’Holy Rosary Centre con 350 studenti e nella Contea di Narok la scuola secondaria O.L. of Angels con lo scopo di salvare e tutelare tante ragazzine Masai dalla cruenta pratica dell’infibulazione e dall’essere vendute “spose-bambine.”

Per gli orfani e i bambini più a rischio. Ogni anno, grazie al programma di Sostegno a Distanza, AVSI serve circa 25.000 poveri. L’obiettivo è consentire a migliaia di bambini orfani e vulnerabili di poter andare a scuola, ricevere cure mediche gratis ed aiutare i loro genitori, attraverso la formazione di gruppi di mutuo soccorso, imparare a leggere e scrivere, accedere al micro credito e avviare una piccola attività.

Agri-business, nutrizione ed elettricita’ in zone rurali. Nella contea di Meru, a partire dalla donazione di mucche a famiglie con problemi di malnutrizione, sono nate una cooperativa per la raccolta e vendita di latte e una cooperativa di credito al consumo, che coinvolgono oltre 700 famiglie e danno lavoro a 32 persone. Nel 2018 é iniziato un progetto finanziato dall’AICS che intende rafforzare 5 cooperative con 2500 contadini per aumentare la produzione di latte ed avviare il processo di pastorizzazione e trasformazione in yogurt. E’ stato anche avviato un programma di elettrificazione rurale e di rafforzamento delle capacità produttive di 600 piccoli agricoltori.

A Dadaab accanto ai profughi somali.

AVSI opera nel campo profughi di Dadaab dal 2009, dove le viene riconosciuto un ruolo decisivo nell’ambito dell’Istruzione e della formazione degli insegnanti. AVSI ha formato circa 2.000 docenti e ristrutturato e costruito 327 nuove classi, in collaborazione con partner istituzionali e locali. Oggi AVSI lavora più in particolare in progetti di formazione per insegnanti di scuola primaria con corsi di aggiornamento e corsi di lingua somala, legalmente riconosciuti, e sostenuti da finanziamenti dell’Unione Europea, UNICEF e Governo USA (PRM).

AVSI collabora con 900 scuole del Kenya, vari Dispensari, Centri di Accoglienza, Enti locali ed internazionali per la tutela dell’Infanzia, la prevenzione dell’AIDS, l’inserimento lavorativo dei giovani, l’integrazione sociale dei profughi, la lotta alla infibulazione, la tutela delle ragazze madri, programmi di supporto psico-fisico per disabili, accesso al micro-credito, distribuzione gratuita di prodotti per l’igiene personale, indumenti, kit per purificare l’acqua, giochi, materiale scolastico, ma sopratutto AVSI vuole, attraverso la condivisione dei bisogni degli ultimi, condividere il senso profondo della vita.

La storia di Lole nascosta negli angoli bui dello slum di Kibera da Nairobi a noi sulle pagine di la Repubblica. I...

Pubblicato da AVSI su Martedì 17 ottobre 2017

AVSI Kenya

Thika Road, Exit 8, St. Kizito Building, Ruaraka, Nairobi

Documenti

News Correlate

Vedi Tutte