Adozioni internazionali

Fondazione AVSI attraverso i suoi progetti nel mondo incontra quotidianamente tanti bambini senza famiglia. L’adozione internazionale si propone come concreta espressione d’amore per loro.

 MG 9241

America Latina

Brasile

Ente Capofila: Fondazione AVSI
Accreditamento: sì
Operatività: sì
Visualizza la scheda

Colombia

Ente Capofila: Fondazione AVSI
Accreditamento: sì
Operatività: sì
Visualizza la scheda

Messico

Ente Capofila: Fondazione AVSI
Accreditamento: sì
Operatività: sì
Visualizza la scheda

Europa

Lituania

Ente Capofila: Fondazione AVSI
Accreditamento: sì
Operatività: sì
Visualizza la scheda

Albania

Ente Capofila: Fondazione AVSI
Accreditamento: in corso
Operatività: in corso

Romania

Ente Capofila: Fondazione AVSI
Accreditamento: sì
Operatività: sì
Visualizza la scheda

Fed. Russa

Ente Capofila: Associazione Nadia Onlus
Accreditamento: sì
Operatività: sì
Visualizza la scheda

Asia

Kazakistan

Ente Capofila: Fondazione AVSI
Accreditamento: sì
Operatività: sospesa

India

Ente Capofila: International Adoption
Accreditamento: sì
Operatività: sì
Visualizza la scheda

Tutti i numeri delle adozioni internazionali con AVSI

Dati aggiornati al 19 aprile 2017

Vuoi saperne di più sulle adozioni internazionali con AVSI?

Consulta il calendario e partecipa agli incontri informativi di gruppo

Consulta il calendario dei corsi di preparazione all'adozione

I passi per realizzare un'adozione internazionale

1. Idoneità

Le famiglie che desiderano intraprendere il percorso dell’adozione internazionale devono ottenere l'idoneità dal Tribunale per i minorenni territorialmente competente. I requisiti stabiliti per legge sono:

  • I coniugi devono essere sposati da almeno 3 anni o aver convissuto in modo stabile e continuativo prima del matrimonio per 3 anni
  • La differenza di età tra i coniugi e l’adottato deve essere compresa tra i 18 e i 45 anni. Sono possibili deroghe per i coniugi che adottano due o più fratelli, se esiste già un figlio naturale minore o quando solo uno dei due coniugi supera di non oltre 10 anni il limite massimo di età.
  • I coniugi devono essere in grado di educare, istruire e mantenere i minori che intendono adottare.

2. Il percorso di accompagnamento

Dopo aver ottenuto il decreto di idoneità dal Tribunale, la famiglia ricerca l’ente autorizzato a cui affidarsi. AVSI propone un percorso di informazione gratuito volto all’approfondimento delle problematiche connesse all’adozione internazionale, delle caratteristiche dei Paesi in cui opera e dei bambini in stato di adottabilità.

3. Il cammino verso l’adozione

Le famiglie che desiderano proseguire l’iter con AVSI devono conferireincarico e intraprendere il corso di preparazione all’adozione internazionale condotto da operatori esperti con testimonianze di famiglie adottive.

4. Abbinamento

È il momento in cui i coniugi si trovano di fronte a colui che diventerà loro figlio. L’ente presenta loro tutta la documentazione relativa al bambino e li accompagna nell’ultimo passo per diventare genitori.

5. Post-adozione

AVSI accompagna i futuri genitori adottivi lungo tutto l’iter: dall’abbinamento del bambino al viaggio all’estero, fino agli incontri successivi all’adozione per monitorare l’inserimento del bambino.

Per saperne di più:

Chiama i numeri 0547 360 804 | 02 674 988 373 | 081 196 54 770​

Oppure scrivi a segcesena.adint@avsi.org | milano.adint@avsi.org | napoli.adint@avsi.org​

AVSI è un ente autorizzato dalla Commissione per le adozioni internazionali e lavora su tutto il territorio italiano attraverso le sedi di Milano, Cesena e Napoli.

AVSI aderisce a Oltre l'adozione, coordinamento di enti autorizzati per la sussidiarietà dell’adozione internazionale, fondato da nove associazioni.

Scarica la carta dei servizi

Diritti e congedi