Paese

Sierra Leone

Lavoriamo per migliorare l’educazione nel paese dal 2000, e sosteniamo i bambini e le famiglie più in difficoltà

IMG 20180512 150817

Un lavoro nato per gli orfani. AVSI ha iniziato ad operare in Sierra Leone dalla fine del 1990 sostenendo il lavoro della ong locale Family Home Movement (FHM), nata nel 1985 per iniziativa di Padre Berton, missionario saveriano che ha vissuto nel Paese per decenni. Nei primi dieci anni di attività, fulcro del lavoro di AVSI e FHM è stato quello di creare centri di accoglienza per bambini e giovani orfani, con il coinvolgimento di famiglie disponibili ad accoglierli nelle loro case.

Per i bambini soldato. Durante la guerra civile, l'impegno di AVSI e FHM si è focalizzato sul reinserimento dei bambini soldato, con la realizzazione di un centro di prima accoglienza per le vittime del fenomeno.

Migliorare il settore educativo. La vera missione di AVSI in Sierra Leone è stata sin dal principio quella di rafforzare il settore educativo. Negli anni l’impegno è sempre stato garantire l’accesso ad un’educazione di qualità per i bambini, coinvolgendo in questo processo anche gli insegnanti ed i genitori. Degno di nota è il progetto portato avanti grazie al contributo della CEI tra il 2013 ed il 2017. Implementato in collaborazione con la Commissione dei Servizi Educativi dell’Arcidiocesi di Freetown (ADESC) e del Luigi Giussani Institute for Higher Education (LGIHE) in Uganda, AVSI ha permesso a 350 insegnanti, ai genitori ed agli assistenti sociali di migliore il loro ruolo come educatori così da creare uno sforzo congiunto e integrato nei confronti della crescita educativa del bambino. Altresì, sono stati anche organizzati seminari e attività extra-curriculari per gli studenti per facilitare e migliorare l’accesso al mercato del lavoro.

Tra le migliori scuole del Paese. Tra i più significativi interventi di AVSI in Sierra Leone vi è la realizzazione e lo sviluppo, grazie anche al co-finanziamento del MAE e di alcuni donatori privati, dell'istituto scolastico di Mayenkineh. Nata come scuola primaria, in pochi anni è stata in grado di offrire un servizio educativo completo dalla scuola materna alla secondaria. Oggi ospita 1540 studenti ed è riconosciuta come una delle migliori scuole del Paese. Negli ultimi 10 anni, AVSI ha anche iniziato a sostenere la Holy Family School di Tabai, un piccolo villaggio a 300 Km da Freetown nel distretto di Bombali. Grazie ad AVSI, viene garantito a 276 bambini l’accesso alla scuola primaria e ad una educazione di qualità.

AVSI Sierra Leone is very proud of the Household Vulnerability Assessment Tool (HVAT) Training we held thanks to "...

Pubblicato da AVSI Sierra Leone su Sabato 13 ottobre 2018

Lavorare a fianco dei diversamente abili. Tra il 2007 ed il 2010, AVSI ha fatto sì che giovani svantaggiati e diversamente abili potessero migliorare le proprie capacità tecniche e professionali tramite l’organizzazione di corsi di formazione in sartoria, carpenteria, produzione di laterizi, in saldatura, in fabbro e in elettricista. Progetto portato a termine grazie al contributo della World Bank, si è riuscito a migliorare le condizioni di vita dei diversamente abili e ad integrarli nel mercato del lavoro.

La lotta all'ebola. Nel novembre del 2015, l'Organizzazione mondiale della Sanità ha ufficialmente dichiarato sconfitta l'epidemia di Ebola in Sierra Leone. Prima di allora, il virus ha causato migliaia di morti nel paese. Sin dai primi giorni dello scoppio dell'epidemia, lo staff di AVSI si è subito attivato, insieme al partner locale FHM, per sostenere le famiglie colpite attraverso attività di distribuzione di beni di prima necessità, campagne informative di prevenzione, programmi di educazione via radio, supporto a bambini di strada, orfani e famiglie in quarantena. Lo sforzo di AVSI al contrasto dell’Ebola è continuato anche dopo l’emergenza stessa. Infatti, nel 2016 AVSI in collaborazione con l’Associazione Papa Giovanni XXIII e il MAECI ha dato assistenza a circa 900 famiglie, favorendo il loro ricongiungimento, l’accoglienza degli orfani, e supportando il miglioramento delle condizioni sanitarie, psicosociali ed economiche in diverse comunità.

L’intervento dopo il crollo della collina di Regent. Nell’Agosto del 2017, un’altra emergenza ha sconvolto la Sierra Leone. La frana della collina di Regent e l’inondazione di numerosi slums nelle varie zone di Freetown, hanno richiesto un immediato intervento di AVSI. L’aiuto devoluto da AVSI alla popolazione colpita ha riguardato prevalentemente la registrazione, la distribuzione di cibo e di prodotti non alimentari per poter far fronte all’emergenza.

Documenti

News Correlate

Vedi Tutte