Per il futuro delle donne in Mozambico, grazie al sostegno della Regione Emilia Romagna

Data 10.05.2016
10151201 1118184841577733 4726323619095943184 N

Formazione per oltre 460 ragazze provenienti dai quartieri più poveri di Maputo e doposcuola per 200 bambine del quartiere Xipamine, inserite nei percorsi scolastici del centro Maria Grazia Rizzo. Sono i risultati di un progetto cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna e realizzato in collaborazione con la ong GVC e l'organizzazione locale Khandlelo.

Il progetto si è concluso il 30 giugno 2015 e aveva come obiettivo quello di contribuire all'alfabetizzazione e alla formazione professionale della a popolazione femminile di Maputo e Capo Delgado, in Mozambico.

Le attività sono state svolte in sinergia con i programmi dell'unione Europea e delle istituzioni locali e ha visto il coinvolgimento di ragazze con età compresa tra i 15 e i 24 anni e bambini dai 6 ai 15 anni. Formazione professionale per le più grandi, ma anche rinforzo scolastico e attività ricreative per le più piccole.Rer

AVSI in Mozambico

La Fondazione AVSI ha iniziato a lavorare in Mozambico nel 2000 in partnership con un'organizzazione locale, la ong Khandlelo. Grazie a questa collaborazione, AVSI ha sviluppato un lavoro in 7 centri di educazione sociale nelle aree urbane di Maputo.

Nel dicembre 2010 AVSI è stata registrata e riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri. A fine 2010 AVSI ha aperto una prima sede a Maputo, e a dicembre 2013 una seconda sede a Pemba nella Provincia di Cabo Delgado.

AVSI in Mozambico sta realizzando 11 progetti e coinvolgendo 27 partner a favore di 45.000 persone.

Dove siamo:
– Comune di Maputo
– Provincia di Cabo Delgado
Settori di intervento:
– Sociale e Educativo
– Sviluppo urbano
– Lavoro / formazione professionale e sostegno alle micro / piccole imprese
– Agricoltura, energia e ambiente

Il centro socio-educativo Maria Grazia Rizzo

Tra le tante attività svolte in mozambico da AVSI, anche il sostegno al centro socio-educativo Maria Grazia Rizzo, inaugurato nel 2011 e che oggi accoglie in un'unica struttura 300 ragazzi del quartiere di Xipamanine, ai quali propone un percorso educativo articolato attraverso attività di supporto scolastico, nutrizionale, ricreativo e di sostegno alle famiglie.

Il Centro “Maria Grazia Rizzo” è gestito da Khandlelo, partner locale di AVSI dal 2000, ed è sostenuto dal programma di Sostegno a Distanza di AVSI, cofinanziamento di Regione Veneto e Regione Emilia Romagna. Da novembre 2015 si svolge qui anche parte delle attività finanziate dal decimo Fondo Europeo di Sviluppo (FED) dell'Unione Europea e implementate dal PAANE, programma mozambicano di sostegno alla società civile e ad attori non statali.Il centro sorge nel cuore del quartiere Xipamanine, alla periferia di Maputo, e si distingue per la bellezza della struttura dentro un contesto di degrado ambientale diffuso.