News
22 Giugno Giu 2022 1637 22 giugno 2022

In Costa d’Avorio il progetto DIGNITÉ lavora per i giovani

Il progetto mira a garantire l'accesso al mondo del lavoro e prevenire l'immigrazione irregolare

Whats App Image 2022 06 22 At 17

In Costa d’Avorio, AVSI da 18 mesi lavora con i giovani per garantire loro accesso al mondo del lavoro e prevenirne la migrazione irregolare dal Paese.
Grazie al finanziamento del Ministero dell’Interno italiano, il progetto “DIGNITÉ - Dèvelopper des Initiatives Gagnantes, Novatrices et Inclusives pour le Travail et l’Emploi en faveur des 3.200 jeunes vulnérables afin de lutter contre la migration irrégulière (CUP: F26J20000190008, cofinanziato dal Ministero dell’Interno italiano)- mira ad aiutare i giovani ivoriani a costruirsi un futuro migliore, attraverso la fomazione e l’inserimento professionale.

I giovani coinvolti nel progetto si trovano in situazione di vulnerabilità e precarietà.
Sono scoraggiati dalle quasi inesistenti possibilità lavorative in Costa d’Avorio e spesso vedono nell’Europa l’unica possibilità per un futuro migliore.
A causa della carenza di informazioni sulle procedure e delle difficoltà legate all’ottenimento dei visiti, spesso i giovani ivoriani optano per migrare in maniera irregolare.
La rotta via terra - sempre più pericolosa - percorsa dai potenziali migranti in Africa Occidentale è quella attraverso il Burkina Faso, Niger e Mali, da dove poi si attraversa il deserto per raggiugere la Libia o l’Algeria e per poi arrivare via mare in Europa.
Per questo una parte importante del progetto DIGNITÉ​​ è dedicata alla sensibilizzazione sui pericoli dei viaggi irregolari, così da informare i giovani sui rischi del viaggiare irregolarmente e allo stesso tempo decustruire l’immaginario idilliaco sull’Europa.

I giovani ivoriani hanno però anche bisogno di credere nel proprio futuro e di poter accedere a nuove possibilità nel loro contesto locale.
Per questo motivo il progetto DIGNITÈ ha tra i suoi obiettivi anche la formazione e l'inserimento dei giovani nel mondo lavorativo, così da accompagnarli individualmente nella scelta del proprio percorso formativo dopo averne analizzato bisogni e interessi.
Su questo aspetto del progetto, AVSI accompagna i beneficiari sia a livello finanziario che psicosociale, coprendo i costi della formazione professionale desiderata e realizzando parallelamente delle formazioni trasversali più specifiche.
Inoltre, AVSI realizza formazioni su autostima (in collaborazione anche con la diaspora ivoriana in Italia), ricerca lavoro, creazione e gestione d’impresa.

Al termine della formazione, i partecipanti ricevono supporto nella ricerca di tirocini oppure con il finanziamento diretto delle loro idee imprenditoriali.
In partenariato con Soleterre, infatti, sono state finanziate 12 imprese collettive che saranno seguite e accompagnate nel loro percorso di crescita.

Ma non è tutto: progetto prevede anche diverse azioni volte a rafforzare l'intero tessuto economico del paese.
Non si sostengono quindi solo i giovani, ma anche le attività artigianali - spesso informali - che rappresentano uno dei principali settori economici del Paese, organizzando formazioni per gli artigiani del legno in collaborazione con il partner Fondazione Rosario Messina – Polo formativo del LegnoArredo.

Da inizio progetto (settembre 2020) a oggi, sono stati formati più di 200 giovani, finanziate oltre 100 piccole attività imprenditoriali e sensibilizzate circa 7.000 persone sulla migrazione irregolare.