News
15 Marzo Mar 2022 1725 15 marzo 2022

Amer in Siria ha conosciuto la guerra ma ora è pronto a costruire il suo futuro

Grazie al progetto Back to the future Amer è tornato sui banchi di scuola

Amer In Class 2

Per i suoi insegnanti e compagni di classe al centro educativo "Back to the future" a Ghazze nella Bekaa occidentale, Amer, 12 anni, è uno studente straordinario che si distingue e sogna in grande.

A 6 anni, Amer stava per iniziare a frequentare la scuola quando è iniziata la guerra nel suo Paese: la Siria.
Amer è stato costretto a rifugiarsi In Libano insieme alla sua famiglia, mettendo in pericolo anche il suo futuro e il suo diritto all'istruzione.

"Amer è il più giovane di tre fratelli. A causa della guerra, non hanno potuto continuare ad avere un'istruzione adeguata", dice la madre di Amer.
Anche se Amer aveva difficoltà a leggere e scrivere in arabo e non conosceva nessuna lingua straniera, sua madre desiderava che suo figlio avesse una seconda possibilità.
Così, Amer è stato iscritto al programma educativo "Back to the Future", ed è diventato uno studente BLN (Basic Literacy and Numeracy) imparando l'arabo, l'inglese e la matematica.

Solo tre mesi dopo, ha iniziato a mostrare progressi nella lettura e nella scrittura in arabo e a familiarizzare con la lingua inglese.

"I miei insegnanti mi hanno aiutato a superare tutte le difficoltà di apprendimento. Ora mi sento a mio agio a leggere ad alta voce in classe e mi sono esercitato a scrivere in arabo mentre facevo compiti extra a casa.
Spero tanto di poter frequentare una scuola pubblica nei prossimi anni", dice Amer.

Esprimendo la sua gratitudine, la madre di Amer sottolinea l'importanza del sostegno psicosociale che Amer riceve al centro. "Ho notato innegabili cambiamenti positivi nella personalità di Amer. Sta diventando più indipendente e aperto sui suoi sentimenti, e si impegna nella sua educazione", afferma.

Il progetto Back to the Future

L'iniziativa è finanziata dall’Unione Europea, attraverso il Fondo regionale di sviluppo UE in risposta alla crisi siriana, il fondo Madad, e implementata da AVSI Middle East in collaborazione con Terre des Hommes Italia in Libano e War Child Holland in Libano.

News Correlate