News
21 Settembre Set 2020 0047 21 settembre 2020

Una famiglia venezuelana emigrata in Brasile incontra il segretario di stato USA Mike Pompeo

La famiglia venezuelana Anatrella vive a Roraima da dieci mesi e presto si trasferirà a Santa Catarina grazie ai posti di lavoro garantiti dal progetto “Welcomed Through Work”, finanziato dal Dipartimento di Stato USA Bureau of Population, Refugees,and Migration (Ufficio Popolazione, Rifugiati e Migrazione)

Mike Pompeo Brasil 2

"Siamo una famiglia numerosa con molte storie da raccontare." Così Gerardo Anatrella, 52 anni, descrive la sua famiglia. Lui e la moglie Yolesia, 47 anni, hanno tre figli: Francesca di 28 anni, Mássimo di 25 e Gerardo Bruno di 20. Il marito di Francesca, José Gregório, 29enne e i loro due figli piccoli Fabiana (7 anni), e Zamira, neonata, completano la famiglia.

Negli ultimi dieci mesi, gli Anatrella hanno vissuto nello stato di Roraima, nel nord del Brasile. Hanno lasciato il Venezuela a causa di alcune difficoltà finanziarie nella loro città natale di Cumaná, nello stato di Sucre. La vita in Brasile all'inizio è stata difficile. Dopo un viaggio difficoltoso per raggiungere Boa Vista, gli Anatrella hanno vissuto alcuni giorni per strada fino a quando sono stati ammessi nel centro di accoglienza di São Vicente I, allestito da UNHCR e gestito da AVSI Brasil in collaborazione con il programma del governo brasiliano "Operation Welcome".

In agosto, Gerardo, i suoi due figli e il genero sono stati assunti da un'azienda a Seara, nello stato meridionale di Santa Catarina. La selezione è stata facilitata dal Servizio dei Gesuiti per Migranti e Rifugiati (SJMR) e da AVSI Brasil, attraverso il progetto “Welcomed Through Work” finanziato dal dipartimento di stato degli Stati Uniti Bureau of Population, Refugees, and Migration (PRM). La famiglia di Gerardo si sta ora occupando della documentazione per iniziare una nuova vita. Prima di trasferirsi però, hanno avuto un incontro speciale a Boa Vista: venerdì 18 settembre, la famiglia ha incontrato il segretario di Stato americano Mike Pompeo, che era in visita a Roraima nell'ambito di una missione diplomatica in Brasile. La famiglia Anatrella ha avuto la possibilità di raccontare al segretario Pompeo la propria storia, accompagnata da rappresentanti di AVSI Brasil, UNHCR, Operação Acolhida e PRM.

Il progetto "Welcomed Through Work" favorisce l'accesso al lavoro formale per i rifugiati venezuelani attraverso il trasferimento volontario ("interiorizzazione") in altre città brasiliane. Un assistente sociale aiuta i beneficiari a integrarsi nella loro nuova comunità e sul luogo di lavoro. AVSI Brasil copre anche le spese per l'alloggio dei beneficiari per i primi tre mesi dopo il trasloco, in modo che possano trasferirsi in tutta tranquillità e risparmiare un po' di denaro per iniziare la loro nuova vita.

“Sono felicissimo che la mia famiglia sia stata scelta per incontrare Mike Pompeo - ha detto Gerardo Anatrella - Spero che questo gesto motivi e incoraggi altri venezuelani che hanno paura di lasciare Roraima e trasferirsi in altre città. Penso che la nostra storia possa servire da esempio per tante famiglie che cercano una nuova opportunità in Brasile. Non vediamo l'ora di conoscere la nuova città: vogliamo contribuire nel miglior modo possibile".

News Correlate