News
16 Maggio Mag 2019 1159 16 maggio 2019

Back to the future. Scatti di voglia di vita dei bambini siriani rifugiati

Nell'ambito del progetto Back To The Future, finanziato dall'Unione Europea, giovedì 23 maggio verrà inaugurata presso il Talent Garden di Milano la mostra fotografica internazionale che racconta la speranza dei bambini di riprendere in mano il proprio futuro

(C) Andy Hall Per Back To The Future

Ritornare a scuola, ritornare al futuro. È questo che si legge negli occhi dei bambini siriani rifugiati in Libano e Giordania ritratti dai tre fotografi internazionali Andy Hall, Diego Ibarra Sánchez e Arie Kievit in mostra a Milano (Talent Garden di via Merano 16) dal 23 al 30 maggio 2019.

Unica tappa in Italia, la mostra “Back to the future. Scatti di voglia di vita dei bambini siriani rifugiati” racconta i protagonisti del progetto promosso da AVSI, Terre des Hommes Italia, Terre des Hommes Netherlands e War Child Holland per riportare a scuola migliaia di bambini rifugiati siriani in Libano e Giordania.

L’Unione Europea, attraverso il finanziamento del fondo fiduciario regionale Madad istituito per rispondere alla crisi siriana, ha permesso al consorzio di ong di intervenire perché il ritorno a scuola potesse coincidere con un ritorno al futuro di quella che viene chiamata la “generazione perduta”: bambini e ragazzi nati o cresciuti duranti gli otto anni di guerra in Siria e che avevano perso la possibilità di seguire un percorso scolastico ed educativo.

La mostra rimarrà allestita nelle sale del campus Talent Garden fino al 30 maggio. L’accesso è libero negli orari di apertura del campus dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 18.00.

Gli splendidi scatti dei tre fotografi mostrano i protagonisti del progetto, la loro voglia di vita inarrestabile che trova nell’educazione le basi per la ricostruzione della Siria.

Saranno quelli come mio figlio a ricostruire la Siria, il paese che noi abbiamo distrutto. Ma se non recupera gli anni di istruzione persi sarà condannato a una vita di miseria

Testimonianza del padre di uno dei 21mila bambini coinvolti nel progetto, raccolta da F. Caferri per il Venerdì di Repubblica

La mostra sarà inaugurata giovedì 23 maggio (h 18.30) con un incontro a ingresso libero con interventi di Lucia Castelli (Senior Child Protection Advisor AVSI), Donatella Vergari, Presidente di Terre des Hommes Italia, Ilaria Masieri (Desk Libano e Palestina Terre des Hommes Italia) e Nika Farnworth (Back to the future Program Manager). Nell’occasione, con l’introduzione dell’autrice Roberta Lippi verrà proiettato in anteprima il trailer del documentario “Il viaggio in Libano di Nina Zilli. Il futuro dei bambini siriani”, in onda su Sky Arte il 12 giugno alle 20.45. In chiusura aperitivo a base di piatti della cucina mediorientale.

I fotografi in mostra:

ANDY HALL – fotografo freelance basato a Londra, ha collaborato con the Observer, the Guardian, the Times magazine, Sunday Times, the Independent, Newsweek, Der Spiegel Magazine. www.andyhallphotographer.com

DIEGO IBARRA SÁNCHEZ - fotografo spagnolo basato in Libano, pubblica su New York Times, Der Spiegel e Al Jazeera. Menzioni d'onore alla National Press Photographers Association (NPPA) e vincitore degli International Photographic Awards (IPA) www.diegoibarra.com

ARIE KIEVIT - fotografo olandese vincitore del Fuji Award e finalista del Sony World Photography Award, docente all’accademia di Rotterdam www.ariekievit.com

Per informazioni ulteriori:

Progetti Correlati

News Correlate