News
28 Novembre Nov 2018 1220 28 novembre 2018

#50xlaSIRIA

Tra i tuoi regali di Natale pensa anche a Ibrahim. Dona 50 euro per le sue cure

IMG 9940

Con una donazione da 50 euro puoi assicurare un trattamento sanitario a un siriano che, bisognoso di cure, non è in grado di pagarle. Sarà accolto in uno dei tre ospedali non profit che AVSI sostiene grazie al progetto Ospedali Aperti (Ospedale Italiano e Ospedale Francese a Damasco, Ospedale St. Louis ad Aleppo).

Una volta effettuata la tua donazione potrai scaricare il facsimile del voucher che il paziente siriano riceve presso l'ospedale per poter accedere alle cure. Ha un valore simbolico, è il segno della prossimità e dell’aiuto concreto donato. #SottoLoStessoCielo

Clicca qui e dona ora #50XlaSIRIA

Il progetto Ospedali Aperti

Come risposta concreta alla domanda di aiuto del popolo siriano, grazie all’iniziativa del card. Mario Zenari, nunzio apostolico in Siria, e all’appoggio del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, è stato ideato nel 2016 ed è divenuto operativo nel 2017 il progetto “Ospedali Aperti”.

L’obiettivo principale è quello di assicurare l’accesso gratuito alle cure mediche ai siriani poveri, attraverso il potenziamento di tre ospedali non profit: l’Ospedale Italiano e l’Ospedale Francese a Damasco, e l’Ospedale St. Louis ad Aleppo. Questo progetto ha già assicurato cure gratuite a 11.000 siriani (dato al 30/09/2018) e punta a curarne 45.000 entro i prossimi due anni.

Attività

​Cure mediche gratuite e di qualità a chi non può permettersele (diagnostica, terapie, interventi chirurgici)

Persone coinvolte

700 pazienti*

*Alla data del 30/09/18 hanno ricevuto cure gratis 11.000 siriani. L’obiettivo del progetto è curare 45.000 pazienti entro il 2020

Donatori

Il progetto, patrocinato dal Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, è finanziato da: Conferenza Episcopale Italiana (8x1000), Papal Foundation, Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, Roaco attraverso l’Ordine equestre dei Cavalieri del Santo Sepolcro, Misereor (Organizzazione episcopale tedesca per lo sviluppo e la cooperazione), Conferenza Episcopale Usa, Caritas Spagnola, Gendarmeria del Vaticano attraverso la Fondazione San Michele Arcangelo, Cha (Catholic Health Association – Usa), Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale, Fondazione Umano Progresso, Fondazione Cariverona, Fondazione Mondo Unito.
A questi finanziamenti si aggiungono le donazioni di privati e imprese italiane e i contributi raccolti attraverso il 5x1000.

Se vuoi organizzare un evento per aiutarci a sostenere questo progetto contatta Lorenzo Franchi cell. 3429381912 mail. lorenzo.franchi@avsi.org

Progetti da sostenere

News Correlate