News
11 Settembre Set 2017 1028 11 settembre 2017

Sisma in Messico, il racconto di Rossana Stanchi

Sulla stampa italiana la responsabile di AVSI Messico racconta il momento del terremoto dell'8 settembre e le conseguenze per la popolazione.

Il terremoto di questa mattina in Messico raccontato dalla nostra responsabile nel Paese, ora a Città del Messico ma diretta a Oaxaca, città tra le più colpite. Su Rainews.it

AVSI 发布于 2017年9月8日

Messico, “Sisma ha colpito Stati più poveri, è emergenza”

Da Dire.it

“Sono state colpite le regioni piu’ povere, che affrontano ora non solo violenza e poverta’ ma anche l’incubo delle frane”: a parlare con la ‘Dire’ e’ Rosanna Stanchi, coordinatrice dell’ong Avsi nel Oaxaca, Stato del sud del Messico scosso dal terremoto di questa notte.

“I nostri operatori stanno effettuando sopralluoghi nei quartieri di periferia, dove il rischio di smottamenti e’ piu’ alto” spiega la cooperante. Il riferimento e’ alla citta’ di Oaxaca, capitale dello Stato omonimo: “Era gia’ stata messa a dura prova nei giorni scorsi da piogge intense e ora si aspetta il passaggio dell’uragano Katia”.

A Oaxaca Avsi assiste e sostiene circa 300 minori con programmi extra-scolastici nel campo dell’istruzione e in quello della sicurezza alimentare. Con l’ausilio dello staff locale, l’ong garantisce una mensa attiva dal lunedi’ al venerdi’, curando le situazioni di disagio sociale.

Tutta la rete di #AVSI vicina alla popolazione del #Messico in queste ore drammatiche. Con AVSI México sul terreno al fianco della popolazione colpita.

AVSI 发布于 2017年9月8日

“E’ il senso – spiega Stanchi – della nostra presenza in una regione piu’ ampia, che dallo Oaxaca raggiunge il Puebla e il Guerrero, con il Chiapas gli Stati del Messico dove i livelli di violenza sono piu’ alti e la poverta’ piu’ diffusa”.

Il timore e’ che ora l’emergenza del terremoto renda difficile riprendere un percorso di inclusione e sviluppo. “Lavoriamo con le organizzazioni della societa’ civile locale” sottolinea Stanchi. “L’obiettivo e’ formarle e professionalizzarle, in modo che possano essere coinvolte e riescano a stabilire quel dialogo con le autorita’ locali che finora non c’e’ stato quasi mai”.

News Correlate