News
21 Luglio Lug 2017 0938 21 luglio 2017

RdCongo. Due progetti d’urgenza nelle province dell’ex Katanga

Da luglio 2016 il conflitto Luba-Pigmei è ripreso con tanto vigore da far balzare la Repubblica Demografica del Congo ai primi posti della classifica per numero di sfollati interni.

Campo Idps

Secondo il rapporto OCHA, in marzo erano circa 450 mila gli sfollati della provincia del Tanganyika, la più colpita tra le quattro province dell’ex Katanga. Sembrerebbe che negli ultimi quattro mesi il numero sia raddoppiato. A Kalemie, capoluogo di provincia, gli sfollati hanno superato per numero gli abitanti autoctoni: su dieci persone, sei sono sfollate.

Il primo progetto ha come obiettivo garantire a 15 mila bambini della cittadina di Kalemie una educazione di qualità. Finanziato da Fonds Communs Humanitaires, il progetto risponde a questa emergenza sostenendo le vittime più vulnerabili: bambini che hanno perso tutto.

A tal fine si propongono corsi di recupero, sostegno economico alle scuole situate accanto ai campi di sfollati perché possano accogliere nelle classi i nuovi arrivati, formazione a insegnanti e direttori affinché un’attenzione maggiore sia prestata a chi ha già subito traumi. E poi materiali scolastici, palloni e giochi per i momenti di svago e kit per gli insegnanti.

L’altro progetto di urgenza in corso di realizzazione è RRMP, acronimo per Risposta Rapida ai Movimenti di Popolazione, che è stato rifinanziato per l’ottavo anno e AVSI è stata riconfermata come partner.

Si articola in sei mesi e punta a raggiungere gli sfollati nelle zone più impervie delle quattro province dell’ex-Katanga (Tanganyika, Lualaba, Haut –Lomami e Haut-Katanga), dove altri progetti non riescono ad arrivare. L’obiettivo è fornire assistenza a chi è sfollato da meno di tre mesi: beni di prima necessità, interventi nel settore dell’educazione, della salute e dell’igiene in collaborazione con IRC (International Rescue Committee).

News Correlate