News
28 Dicembre Dic 2016 1200 28 dicembre 2016

Studentessa modello in Sierra Leone. Uno dei frutti del sostegno a distanza

Abbandonata dal padre, Umunato è tra le migliori studentesse della Sierra Leone. Non ha più una famiglia ed è stata accolta dalla zia, oggi frequenta la scuola gestita da AVSI in Sierra Leone grazie al sostegno a distanza.

Umunatu, sedici anni compiuti da poco, ha volto sorridente e occhi svegli. È una delle tante ragazze che AVSI accompagna nella crescita grazie al programma di sostegno a distanza e che frequenta la Holy Family School di Mayenkineh, nell’area di Calaba Town, una delle zone più povere della periferia est di Freetown, in Sierra Leone.
La sua storia è simile a quella di tanti bambini del Paese: quando è arrivata da noi, nel 2013, iscrivendosi al primo anno di scuola secondaria inferiore (scuola media), Umunatu stava vivendo con lo zio in Calaba Town, vicino alla scuola, dopo che il padre aveva lasciato il Paese in cerca di una vita migliore, senza più tornare e senza dare più alcuna notizia di sé. Lo zio, un autista di veicoli commerciali, si è poi ammalato gravemente, la malattia gli impedisce anche di guidare, costringendolo ad abbandonare il lavoro che gli permetteva di guadagnarsi da vivere e di prendersi cura della nipote.
Da quel momento Umunatu è andata ad abitare con la moglie del padre, a Kissy, tre ore a piedi dalla Holy Family School, e ora per raggiungere la scuola è costretta ogni giorno a utilizzare  i trasporti pubblici, che hanno un costo proibitivo per molte famiglie.
Ma Umunatu non si è mai arresa alle difficoltà, accompagnata in ogni suo passo e in ogni piccola conquista da chi in questi anni non si è mai stancato di sostenerla nel suo percorso educativo e di crescita. Fino a quando, nei mesi di luglio e agosto di quest’anno, Umunatu ha sostenuto gli esami di fine anno che chiudono i tre anni di scuola secondaria inferiore e permettono l’accesso alla scuola secondaria superiore.

La sorpresa è stata tanta, e la soddisfazione ancora maggiore, sia per Umunatu che per tutti noi, quando, alla pubblicazione dei voti, è risultata la migliore della scuola e la terza migliore in tutto il paese.

Il risultato di Umunatu è stato il secondo migliore nella storia della Holy Family School: prima di lei, sei anni fa, solo Foday Kamara aveva fatto meglio, anche lui proveniente da una famiglia povera e senza mezzi, anche lui aiutato nel suo percorso di studi grazie al Sostegno a Distanza, senza il quale probabilmente non avrebbe avuto la stessa opportunità di studiare e di credere in un futuro diverso.

Foday è oggi uno degli insegnanti della Holy Family School di Mayenkineh, la stessa scuola che gli ha regalato un’educazione. Una speranza e un buon augurio per Umunatu e per tutti gli altri bambini che sosteniamo.