News
31 Maggio Mag 2016 1504 31 maggio 2016

Messico, le organizzazioni della società civile insieme per affrontare la sfida dell'educazione

Formare gli insegnanti e stimolare la partecipazione della società civile nelle politiche educative di uno dei degli stati messicani a più alto tasso di analfabetismo ed emarginazione sociale. Era l’obiettivo di un progetto che in Messico ha coinvolto circa 40 mila minori, 130 maestri, 3 scuole statali, 70 organizzazioni della società civile e 300 genitori. Realizzato da AVSI, insieme all’Università Iberoamericana di Città del Messico, la ong Crecemos Dijo e grazie al finanziamento dell’Unione Europea.


Leggi la pubblicazione del progetto (ESP)
“Il progetto mi ha aiutato a preparare corsi più efficaci, ma soprattutto più umani, capaci di preparare la persona a un percorso di vita più dignitoso”. Santiago, vestito con l’abito delle grandi occasioni, pantaloni eleganti e giacca in pelle, racconta la sua esperienza agli ospiti della cerimonia di chiusura del progetto educativo realizzato da AVSI a Oaxaca.
Santiago insegna in un centro pubblico di formazione in cui studiano i futuri insegnanti di scuola elementare della regione di Mixteca. Nel 2013 è entrato a far parte del programma e ha frequentato un seminario per imparare a formare al meglio i suoi allievi ideato da AVSi per lui e altri 130 docenti di tre scuole pubbliche della regione.

Santiago e gli altri insegnanti sono solo una parte di una rete che ha coinvolto 70 associazioni della società civile locale in un percorso di miglioramento complessivo del sistema educativo locale.


“In questi tre anni abbiamo rafforzato i nostri rapporti professionali e sono nati nuovi importanti legami, fondamentali a svolegere il nostro lavoro per l’educazione della regione”, ha detto Perla Villanueva rappresentante di una delle organizzazioni convolte.
Nel corso della cerimonia di chiusura, inoltre, hanno partecipato anche alcuni dei 300 genitori che hanno preso parte a corsi di educazione alimentare e salute parte del progetto.
“Tutto iniziò come un semplice proposito, nel 201 - ha ricordato Rossana Stanchi, responsabile di AVSI in Messico - Poi nel 2013 il progetto è diventato realtà e oggi possiamo dire di aver contribuito a un importante salto di qualità. L’educazione è uno dei più efficaci strumenti per la creazione di una nuova generazione, che sia cosciente e partecipativa.
Un reportage racconta i risultati raggiunti grazie al coraggio e all’impegno dei maestri e genitori coinvolti, veri protagonisti della nuova sfida educativa.

AVSI in Messico

AVSI é presente in Messico dal 1987, con progetti di cooperazione nei settori dell’educazione, del sostegno famigliare e dell’educazione nutrizionale, in collaborazione con ong, municipi e istituzioni pubbliche messicane e con finanziamenti del MAE, UE, cooperazione decentrata, imprese e privati italiani.
In particolare negli ultimi anni AVSI ha sviluppato in Messico interventi qualificanti che prevedevano la formazione di educatori e insegnanti in collaborazione con le istituzioni universitarie locali; lo sviluppo comunitario in aree periurbane povere e in zone rurali indigene con azioni di educazione, formazione accompagnamento ai gruppi più vulnerabili; il recupero dalla denutrizione attraverso educazione e coinvolgimento delle famiglie, con risultati pubblicati anche con il patrocinio di EXPO 2015; adozioni internazionalicon accordi con le autorità degli Stati di Campeche e Oaxaca.