News
16 Novembre Nov 2015 1235 16 novembre 2015

Educazione e sviluppo con al centro l'uomo: armi contro il terrorismo

Con il suo staff presente in oltre trenta Paesi nel mondo AVSI esprime tutta la sua solidarietà nei confronti di chi a Parigi è stato colpito da una violenza cieca, un attacco vigliacco che ha ferito in profondità l’umanità tutta.

La denuncia di ogni tipo di violenza si intreccia per AVSI alla rinnovata volontà di continuare nel suo impegno e concorrere a costruire «un mondo degno della nostra umanità». La paura non potrà fermare le oltre mille persone impegnate in progetti che puntano a offrire una scuola e una possibilità di educazione alle generazioni che crescono nei campi profughi in Medio Oriente o negli slum in Africa e in Asia, e a offrire un lavoro a chi cerca di guadagnare una vita dignitosa per sé e i propri cari.

Perché si può provare a fermare il male solo circondandolo da ogni parte con il bene.