News
25 Giugno Giu 2014 1359 25 giugno 2014

Albania, si chiude un progetto per l’educazione a Scutari

600 bambini e 8 scuole, 220 insegnanti e direttori hanno beneficiato del progetto di potenziamento delle scuole primarie di Scutari, finanziato dal ministero degli Esteri e condotto da AVSI e la ong locale SHIS. L’obiettivo è stato quello di migliorare l’accesso all’educazione dei bambini.

Durante il periodo di implementazione scolastici studenti e insegnanti hanno potuto incrementare le loro competenze didattiche attraverso la partecipazione a sessioni di formazione accreditate dal Ministero dell’Insegnamento Albanese. L’impatto del progetto, a livello dei beneficiari diretti, è stato testimoniato direttamente dai bambini, genitori, insegnanti e operatori sociali, attraverso un breve filmato realizzato per l’occasione e trasmesso nel corso della conferenza conclusiva del progetto, il 12 giugno a Scutari.
All’evento, che è stato intitolato “Protagonisti dell’educazione, promotori dello sviluppo” hanno partecipato 110 persone, tra beneficiari del progetto, rappresentanti delle comunità e delle autorità locali, della società civile, il Console Onorario a Scutari, dott. Vito Stigliani. Nell’occasione sono intervenuti: il dott. Andrea Senatori – direttore dell’Ufficio Tecnico Locale della Cooperazione Italiana in Albania e la dott.ssa Erjeta Lacej – direttrice del Provveditorato agli Studi di Scutari. Al termine della conferenza, si è svolto un altro momento ancor più interessante e interattivo: l'asta di quadri realizzati dagli alunni della scuola “Mes-Myselim”, anche loro presenti alla conferenza.
Il progetto, cofinanziato dal Ministero degli Affari Esteri Italiano/Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo con un contributo di 839.940 Euro, (budget totale 1.392.106,55 Euro) e implementato dalla Fondazione AVSI (Italia) e SHIS (Albania), si è svolto in collaborazione con il Provveditorato agli studi di Scutari. L’obiettivo proposto è stato quello di facilitare l’accesso all’educazione primaria ai minori attraverso il miglioramento dell’offerta dei servizi educativi e il rafforzamento dei meccanismi di protezione e vigilanza sociale all’interno di otto scuole primarie delle aree urbani e rurali di Scutari (Scutari città e Villaggi, Malësia e Madhe, Pukë).
L’esperienza maturata nel corso dell’intervento, la cui metodologia è coerente con le nuove priorità strategiche del Ministero dell’Educazione Albanese, costituirà un valido riferimento per la realizzazione di future iniziative che prevedano la scuola come centro comunitario. L’iniziativa sarà replicata in altre scuole della regione dall’associazione SHIS e dal Provveditorato agli Studi di Scutari in collaborazione con il Centro di Formazione Mikel Koliqi, all’interno di un progetto finanziato dall’Unione Europea attraverso EIDHR.