News
17 Marzo Mar 2014 1808 17 marzo 2014

Sostegno a distanza: un materasso e due occhi pieni di stupore

Un materasso e sei mani spuntano dal limite di una piccola pianura sopra Martissant e subito le gambe dei bambini corrono ad affollarvisi attorno, perché qui un materasso è un evento davvero degno del più grande interesse.

Martissant è tra le periferie più povere di Port-au-Prince, la capitale di Haiti. Attorno vi sono quartieri sviluppati su pendii ripidissimi, dove si arroccano, una sopra le altre, gruppi di casupole non appena si trova uno spazio pianeggiante per costruirle. Qui, oltre a condizioni di vita estremamente precarie e difficili (non c’è acqua corrente né elettricità nelle case, costruite in paglia, teloni di plastica, terra essiccata, canne di bambù, lamiere) è anche presente un forte problema di violenza armata e di insicurezza.
Haiti è un paese poverissimo dove sono rimaste ben tracciate le ferite lasciate dal terribile terremoto che la sconvolse nel 2010 e quelle dell’uragano Sandy, un anno e mezzo fa. AVSI opera in questo paese da quindici anni attraverso numerosi progetti in ambito socio - educativo, diritti umani, sicurezza alimentare, formazione e con il Sostegno a Distanza, che raggiunge oltre 1500 bambini.
Tra loro c’è Rebecca, 12 anni, destinataria dell’insolita consegna. Rebecca è sostenuta da un gruppo di attivissimi bambini e ragazzi che frequentano l’Istituto Piergiorgio Frassati di Seveso (MB). Ogni anno le classi della primaria e della secondaria di I° grado si ingegnano per raccogliere fondi destinati al sostegno di Rebecca e possibilmente a qualche extra, qualche regalo che faccia sentire ancor di più il calore della loro amicizia.
Vendita di prodotti da forno per la merenda, cene tra amici e genitori, mostre… le iniziative sono tante e variegate e coinvolgono sia gli studenti che gli insegnanti e le famiglie. Crescere in un ambiente così aperto alla solidarietà, intesa come cultura della condivisione dei bisogni del prossimo, non può che generare ottimi frutti: in occasione della festa per il compleanno di alcuni studenti di quinta, i bambini hanno deciso, tutti insieme, di destinare a Rebecca i soldi raccolti per il regalo.
Ad Haiti è quindi giunta una somma che ha permesso di acquistare materiale per riparare la casa della famiglia di Rebecca (mattoni!), un materasso matrimoniale con coperte, lenzuola e cuscini nuovi, kit igienici, articoli da toilette e utensili da cucina. Un gesto che ha colpito per la sua tenerezza tutto il personale di AVSI e così Elysee, Alex e Marie Doty si sono fatti volentieri carico della particolare e assai faticosa consegna: portare su per i pendii, più ripidi di una mulattiera, il prezioso dono. Un cammino tortuoso e difficile che i bambini intraprendono ogni mattina per andare a scuola, impiegando almeno 30 minuti per scendere. Nessun fuoristrada sarebbe potuto giungere sin lassù!
Tra la piccola folla radunatasi per l’insolito evento vi era anche lei, Rebecca, con uno stupore ancora maggiore negli occhi: quegli amici lontani avevano condiviso la loro festa con lei nel modo più incredibile che avesse mai potuto immaginare.
Scopri il Sostegno a distanza