News
25 Novembre Nov 2013 1000 25 novembre 2013

A decent life for all by 2030 – AVSI all'EDD13 con l'esperienza delle APAC brasiliane

Gli European Development Days sono la più importante piattaforma in Europa per il dialogo, il dibattito e lo scambio di best practice in materia di sviluppo. L'edizione di quest'anno dal titolo "A Decent Life for All by 2030 – Building a Consensus for a new Development Agenda" si terrà a Bruxelles il 26-27 novembre, due mesi dopo l'Evento Speciale dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

Nel quadro di uno dei quattro temi principali proposti dal forum “Upholding Human Rights and Ensuring Equity and Justice Human Rights and Democratic Governance", AVSI, con la partecipazione della Delegazione Europea in Brasile, presenta il caso delle APAC brasiliane, Associazione di Protezione e Assistenza ai Condannati, martedì 26 Novembre:

Promoting prisoners’ human rights

A network of civil society organizations at work in Brazil

Nel drammatico quadro internazionale delle carceri, le APAC brasiliane, gestite dalla società civile e caratterizzata dall'assenza di polizia e di guardie, spiccano con risultati rilevanti sia in termini di costi che di tassi di recidiva (10%) rispetto alle carceri tradizionali (90%). Questi risultati possono essere raggiunti solo attraverso un'azione integrata da parte delle istituzioni, del settore privato e della società civile. Data l'efficacia della metodologia APAC, la Delegazione dell'Unione Europea in Brasile, insieme a Fondazione AVSI, sostiene questo approccio attraverso l'European Instrument for Democracy and Human Rights (EIDHR).
Alberto PiattiPresident, AVSI Foundation Valdeci Antonio Ferreira, Presidente, Fraternidade Brasileira de Assistência aos Condenados (FBAC), Brasile Luiz Carlos Resende,  Member of the Consejo Nacional de Justicia (CNJ), de Minas Gerais, Brasile Nicola Boscoletto, Presidente, Cooperativa Giotto, Italia Marco Antonio Lage, Direttore Generale Minas Pela Paz
Maria Rosa Sabbatelli, Programme Manager, Delegazione Europea in Brasile - Moderatrice.
Il caso APAC, presentato anche qualche mese fa in un simposio di quattro giorni a Buenos Aires dal titolo “Il lavoro nel carcere e la recidiva”, ha iniziato una partnership con l'EUROsociAL, il maggior programma di cooperazione politica tra Europa e America Latina dell’Unione Europea.
Nell'ambito di questa collaborazione attraverso l'IILA (l'Istituto Italo-Latinoamericano) e il COMJIB (Conferencia De Ministros De Justicia De Los Paises Iberoamericanos) AVSI  condurrà uno studio di fattibilità sulla produzione e commercializzazione di beni all'interno delle unità del sistema carcerario del paese. La partnership prevede anche lo scambio di esperienze attraverso la visita di un gruppo di esperti dell'EuroSocial in Brasile per conoscere tre APAC e partecipare ad un primo incontro con gli imprenditori interessati alla futura diffusione di unità produttive all'interno delle APAC. Inoltre, un gruppo brasiliano si recherà in Italia per visitare la cooperativa Giotto, un'esperienza di successo all'interno di un carcere di Padova.
Il lavoro sarà sviluppato attraverso gli stessi partner del progetto Alem dos Muros: la FBAC - Fraternità Brasileira de Assistencia aos Condenados, il TJMG - il Tribunale di Giustizia di Minas Gerais e l'Istituto Minas pela Paz. Oltre a questi partner saranno coinvolti nella missione in Brasile e in Italia, il CNJ - Conselho Nacional de Justiça e il DEPEN – Departamento Penitenciário Nacional.
Scopri di più sulle APAC