News
11 Novembre Nov 2013 0900 11 novembre 2013

Un festival teatrale per dire sì alla pace in Costa d'Avorio

Sabato 9 novembre si è tenuta l’ottava Giornata Porte Aperte del progetto “Nuovi Orizzonti” al fine di permettere a tutta la popolazione ivoriana di conoscere le attività organizzate da AVSI in favore dei giovani.

Il progetto “Nuovi orizzonti”, cofinanziato dall’Unione Europea, si propone di contribuire alla costruzione di un futuro per i giovani di Abobo, uno dei quartieri più precari di Abidjan, promuovendo la loro partecipazione alla vita della società ivoriana e rinforzando le organizzazioni della società civile attive nel settore della promozione giovanile.
L’ottava delle dieci Giornate Porte Aperte previste dal progetto si è svolta sotto forma di un agguerrito festival teatrale, in cui i giovani beneficiari si sono sfidati a colpi di sketch, danze e pièces teatrali ispirati ad uno dei temi centrali del progetto, la pace e la risoluzione pacifica dei conflitti.

[gallery order="DESC" columns="2"]

“Il teatro è un potente strumento di sensibilizzazione” spiega Franck Gbaka, agente del progetto e membro della Compagnia Artistica El Shaddaï, “I festival che organizziamo periodicamente favoriscono l’incontro tra giovani di quartieri diversi, contribuendo a smorzare le tensioni e facilitando la coabitazione pacifica”.
AVSI ed i suoi partner locali, riuniti nella Piattaforma Operativa Giovani (POJE), accompagnano il cammino dei giovani di Abobo attraverso l’organizzazione di attività educative, sportive e ricreative che offrono loro un quadro di crescita sano, positivo e stimolante. La proiezione di film educativi, la partecipazione ad attività di interesse pubblico per la protezione dell’ambiente, la pratica dello sport e della lettura si propongono così di offrire ai giovani la possibilità di incontrarsi, crescere nel rispetto reciproco, apprendere i valori alla base della convivenza sociale, riflettere su temi e problematiche d’importanza cruciale per una crescita sana ed armoniosa.
Tutte queste attività, organizzate sulla base di un calendario settimanale per tutta la durata del progetto, permettono ai giovani di imparare divertendosi, educando al rispetto delle regole e sviluppando i loro talenti e la loro leadership.

Daniela Gelso, capoprogetto AVSI