News
24 Settembre Set 2013 1147 24 settembre 2013

Ogni anno una nuova vita per 300 persone con il Trust Fund For Victims in Nord Uganda

Una delegazione dell'International Criminal Court and Trust Fund for Victims composta da Tiina Intelmanno, President Ambassador of Assembly of States Parties, Judge Motoo Noguchi, Chairman of the Trust Fund for Victims Board of Directors, e Mr. Pieter de Baan, Executive Director of the Trust Fund for Victims, ha visitato i beneficiari del progetto "Capacity building, advocacy and medical rehabilitation for northern Uganda victims of war" realizzato da AVSI in Nord Uganda.

Il progetto è finanziato dal Trust Fund for Victims e si rivolge a tutti coloro che necessitano di riabilitazione fisica e psicologica attraverso il Laboratorio Ortopedico e il Centro di Riabilitazione dell'Ospedale di Gulu, realizzato da AVSI nel 1998. AVSI sostiene le persone coinvolte nel progetto attraverso la produzione di protesi per gli arti e  la riabilitazione fisica e fornisce sostegno ad attività generatrici di reddito.
Ogni anno 300 persone con disabilità sono sostenute attraverso il progetto e riescono a tornare a vivere all'interno della società.  La delegazione durante la visita ha apprezzato gli sforzi e i risultati ottenuti e si è impegnata a continuare a sostenere il progetto per tutto il 2014.
"Sono stata personalmente commossa - ha sottolineato Tiina Intelmanno - dal coraggio e dalla fiducia delle vittime che hanno condiviso con noi la loro storia e come le loro vite sono state trasformate a seguito del sostegno medico, psicologico e materiale che hanno ricevuto attraverso il progetto".

The Trust Fund For Victims Il Trust Fund For Victims è il primo nel suo genere a livello globale ad essersi posto come obiettivo la promozione della giustizia. Al termine di uno dei più sanguinosi secoli della storia dell'umana, la comunità internazionale si è impegnata a porre fine all'impunità, aiutare a prevenire i reati più gravi  e portare giustizia alle vittime, con l'adozione dello Statuto di Roma. Questo trattato - votato da 120 nazioni nel 1998 - ha creato il Tribunale Penale Internazionale per perseguire i responsabili di genocidi, crimini contro l'umanità e crimini di guerra. Proprio per le persone che soffrono di questi crimini, e che troppo spesso sono dimenticate, è stato creato il Trust Fund For Victims.