News
11 Settembre Set 2013 1100 11 settembre 2013

Estate attivi: un’esperienza al Sostegno a Distanza per scoprire un’amicizia dell’altro mondo!

Sono 274 i ragazzi che fra giugno e agosto hanno partecipato a Estate attivi 2012, l’iniziativa organizzata dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Cesena (FC) per promuovere l’esperienza dell’impegno civile volontario fra i ragazzi dai 16 ai 18 anni, che ha toccato da vicino anche la sede del Sostegno a Distanza di AVSI, a Cesena.

Con Estate Attivi è stato chiesto ai ragazzi un periodo di impegno di 14 oppure 28 giorni, per un massimo di 20 ore settimanali, all’interno di associazioni di volontariato impegnate in vari settori, come l’animazione nei centri estivi, il servizio agli anziani e ai disabili, ma anche in attività di carattere ambientale e culturale. In cambio del loro impegno, i ragazzi hanno ricevuto un buono per l’acquisto di libri e altro materiale di cancelleria da spendere nelle librerie di Cesena che hanno aderito all’iniziativa.
Mercoledì 11 settembre, nella cornice dei Giardini Pubblici, si è svolta la cerimonia di consegna degli attestati, alla presenza del Sindaco di Cesena Paolo Lucchi e dell’Assessore alle Politiche Giovanili Matteo Marchi. Con loro anche molti dei rappresentanti di 32 realtà, fra associazioni ed enti, che durante i mesi estivi hanno accolto i giovani volontari.
“Quest’anno Estate attivi ha fatto il pieno - dichiarano soddisfatti Sindaco e Assessore -, con la partecipazione di 52 ragazzi in più rispetto al 2012 e l’esaurimento di tutte le richieste di collaborazione arrivate da enti e associazioni. Ma i giovani che hanno fatto domanda sono stati molti di più: sono arrivate, infatti, 392 richieste (lo scorso anno erano state 303). E anche quest’anno, si è registrata una preponderanza femminile, con la partecipazione di 183 ragazze, mentre i ragazzi sono stati 91. Questi numeri testimoniano il successo dell’iniziativa e, soprattutto, indicano come i ragazze e i ragazzi cesenati siano pronti a mettersi in gioco per fare qualcosa a favore della loro comunità. Di questo li ringraziamo, così come ringraziamo tutti quelli che, con la loro collaborazione, hanno reso possibile la buona riuscita dell’iniziativa”.
Presso la sede del Sostegno a Distanza di AVSI, hanno prestato servizio 3 ragazze e 1 ragazzo, in un'attività di controllo e spedizione degli aggiornamenti periodici e letterine scritte dai bambini ai loro sostenitori. All’interno della cerimonia di consegna degli attestati Franco Argelli, responsabile del Sostegno a Distanza AVSI, ha espresso soddisfazione per la positiva esperienza: “Ci ha colpito l'interesse, la motivazione e l’impegno che questi ragazzi hanno dimostrato, cosa tutt’altro che scontata. Siamo grati per l’entusiasmo che hanno testimoniato durante tutto il periodo di collaborazione con noi e riteniamo importante l'aver permesso a questi giovani di compiere un'esperienza di conoscenza e apertura a realtà "lontane”, che ha messo in luce come ciascuno di noi, nel proprio piccolo e quotidiano, possa compiere gesti utili e significativi per lo sviluppo e la crescita di bambini, ragazzi e persone nel mondo”.
Scopri il Sostegno a distanza