News
2 Luglio Lug 2013 1632 02 luglio 2013

In Kosovo una mostra per far fiorire la speranza

“I fiori” è la mostra che si è aperta il 19 giugno presso la Galleria d’Arte della città di Peje, Kosovo, con opere realizzate in tessuto e carta dagli studenti del gruppo di arte dell’Istituto scolastico primario e secondario di primo grado “Xhemajl Kada”.

La scuola, in collaborazione con il partner locale Shpresa e Jetes, è dal 2006 inserita nel progetto di Sostegno a distanza (SAD) attivo in Kosovo, dove AVSI sostiene oltre 380 bambini, supporta le loro famiglie e promuove corsi di formazione per insegnanti ed educatori.
All’inaugurazione della mostra hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni pubbliche della città, diverse ONG, il direttore della Galleria e l’assessore alla cultura e sport di Peje, il quale, all’apertura della mostra, ha confessato di esser rimasto davvero colpito dalla bellezza delle opere esposte e si è congratulato per l’ottimo lavoro svolto, un esempio per tutte le scuole e le organizzazioni socio-educative presenti nel territorio perché “rappresenta una modalità intelligente e proficua per far sì che i giovani possano sviluppare uno sguardo positivo sulla realtà e valorizzare le proprie capacità e attitudini”.
La coordinatrice del progetto Sostegno a distanza AVSI in Kosovo, Donjete Berisha Matoshi, ha esposto le tante attività realizzate all’interno della scuola, tra le quali il gruppo di arte, cui aderiscono tutti gli studenti appassionati di arte, talentuosi e desiderosi di imparare. Le attività vengono realizzate grazie al progetto di Sostegno a distanza e realizzano una possibilità in più per compiere quel desiderio di bellezza e grandezza che è insito nel cuore di ciascuno di noi.  La mostra è uno dei tanti frutti che ha portato il lungo cammino realizzato con gli insegnanti fatto di corsi di aggiornamento, certamente, ma anche di condivisione delle aspettative, sogni e desideri maturati nel corso del loro lavoro.
[gallery]
A questo evento erano presenti anche le tv e radio locali che hanno dato ampio risalto alla mostra e al supporto del Sostegno a distanza, definendolo “una sorgente di bellezza per la scuola Xhemajl Kada”. Nel telegiornale della sera è stato dedicato un intero servizio, mentre nei giorni successivi, nel programma del mattino, sono state presentate tutte le attività realizzate da Shpresa e Jetes nonché il progetto di Sostegno a distanza di AVSI.
I bambini del gruppo di arte del progetto SAD sono stati molto entusiasti e fieri del successo della mostra per la realizzazione della quale hanno lavorato durante tutto il semestre. Questo evento li ha incoraggiati a scoprire e sviluppare i propri talenti, ad aver fiducia nelle loro capacità e a guardare con maggior speranza al futuro, un risultato quanto mai importante in una terra segnata da lunghi conflitti che hanno lasciato profonde ferite nella sua gente.
Scopri il Sostegno a distanza