News
12 Maggio Mag 2013 1026 12 maggio 2013

“Novosibirsk buona”: una maratona di sguardi

La città di Novosibirsk in Russia è stata teatro della tradizionale maratona di solidarietà che si svolge ormai da due anni, in primavera e in autunno. Scopo principale dell’iniziativa, nata sotto il nome di “Settimana della bontà”, è quello di sensibilizzare la popolazione alle attività svolte a livello pubblico e privato in campo sociale e della solidarietà, sollecitandone una partecipazione attiva da parte dei cittadini.

La maratona è sponsorizzata e gestita a livello centrale, dall’Amministrazione Comunale, che incarica a cascata gli uffici comunali rionali e i centri di servizi alla popolazione di ciascun quartiere di ideare e svolgere vari eventi. Per le organizzazioni non profit della città è un’occasione imperdibile per farsi conoscere e per reperire fondi direttamente presso la popolazione.
Anche quest'anno Maksora, partner locale di AVSI, ha partecipato all'evento con la casa di accoglienza per ragazze madri Golubka  ottenendo grandi risultati. E’ stata coinvolta direttamente grazie ai buoni rapporti che intrattiene con l’amministrazione del quartiere Lenin. La Maratona si è aperta venerdì 19 aprile, con un evento pubblico nei pressi dello zoo di Novosibirsk: tantissimi scolari si sono dati appuntamento per pulire tutti insieme, dopo il lungo inverno, il giardino botanico. E’ stata l’occasione per lanciare la Maratona.
Il 20 aprile, nel pomeriggio, si è svolta la fiera “Free Market” presso il Centro servizi del quartiere, durante il quale Maksora è stata rappresentata da Nadja, ospite 7 anni fa della Golubka, che ha tenuto un piccolo laboratorio mostrando come “rinnovare” o “riciclare” vecchi vestiti.
Il 20, il 21 e il 28 aprile Maksora  è stata ospite del Centro Commerciale “Kontinent”, per raccogliere offerte, generi alimentari, giocattoli e quant’altro. A turno si è proposto ai clienti del centro commerciale di partecipare all’iniziativa, spiegando per cosa sarebbero state usate le loro offerte. Le risposte ottenute sono state molto diversa, a seconda dei momenti della giornata, ma in generale l’accoglienza è stata buona e molte persone hanno lasciato offerte o hanno regalato la spesa nel supermercato del centro.

[gallery columns="2"]
Martedì 23 si è svolto un concerto, cui ha partecipato come cantante anche una delle ragazzine sostenute a distanza dai nostri amici italiani, Margherita, con una canzone sulla mamma. E’ stata un’altra importante occasione per descrivere il lavoro di Maksora, tramite la proiezione prima del concerto di una bella presentazione sulla Golubka, con molte fotografie e una brevissima scheda sui risultati e sulle necessità della casa.
Mercoledì 24 Nina, una delle ospiti attuali della Golubka e grande giocatrice di tennis, ha partecipato ad un torneo di ping-pong a nome di Maksora, riportando una schiacciante vittoria.  Nel pomeriggio di sabato 27 al parco Kirov, c'è stata la possibilità di vendere diverse cose preparate nelle due case di accoglienza (puntaspilli, palloncini di varie forme, cuscini, fazzoletti, asciugamani, cuoricini di panno), mentre altre persone hanno prestato la loro opera, tenendo laboratori e facendo giocare i bambini, cedendo a Maksora una quota di quanto guadagnato. Nonostante il tempo ancora fresco, al parco c’erano molte famiglie, che hanno generosamente preso parte all’iniziativa.
E oltre a questi eventi specifici, la Golubka è stata oggetto di un flusso costante di abiti usati e nuovi, prodotti alimentari, giocattoli, portati direttamente da persone in qualche modo venute a conoscenza dell’iniziativa.

E' stata davvero una settimana ricca e intensa per tutte le persone legate a Maksora! Oltre a tutti i doni ricevuti la cosa più bella è stata la possibilità di far conoscere il proprio lavoro a un gran numero di persone della città!


Scopri di più su Maksora