News
20 Aprile Apr 2013 1726 20 aprile 2013

Earth Day 2013: il futuro dell'ambiente nelle mani dei giovani in Costa d'Avorio

L’Earth Day, la Giornata della Terra, che si celebra il 22 aprile, è il più grande evento ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. AVSI racconta i progetti nel mondo che vogliono costruire un futuro migliore per le persone e per il nostro pianeta.

“Balaie devant ta porte”, che significa “pulisci davanti a casa tua”, è ormai sulla bocca di tanti giovani di Abidjan, in Costa d’Avorio, che grazie all'iniziativa del progetto “Nuovi Orizzonti”, cofinanziato da AVSI e dall’Unione Europea, stanno imparando cosa significa prendersi cura della Terra e quanto sia importante l’igiene e la protezione ambientale.
Il 76% dei 4.300 giovani che AVSI accompagna vive in un ambiente sporco e malsano. Abobo, infatti, è uno dei quartieri più insalubri di Abidjan. Rifiuti gettati per strada, fogne a cielo aperto, acque stagnanti e cattive abitudini sono solo alcuni dei fattori che rendono difficile la situazione e che hanno spinto a investire in una massiccia campagna di sensibilizzazione.
Una delle sfide che il progetto propone consiste nella realizzazione di 150 attività di interesse pubblico: il primo sabato di ogni mese i ragazzi e i loro animatori scelgono una zona del loro quartiere da riabilitare. Ad oggi ne sono state realizzate 77!
Grazie al materiale fornito da AVSI, é possibile sistemare strade malmesse, diserbare aree pubbliche abbandonate, pulire scuole e ospedali, abbellire il quartiere. Non si tratta ovviamente di lavori pesanti, ma di piccole azioni che mirano a dare l’esempio, a sensibilizzare e a coinvolgere l’intera comunità in un processo di cambiamento che parte dal basso.
I giovani del progetto, armati di guanti, mascherine, carriole, pale e rastrelli, testimoniano l’importanza dell’impegno personale per un cambiamento capace di toccare tutta la comunità. Solo attraverso il contributo di ogni singolo cittadino è possibile vivere in una città più pulita.
“Un piccolo gesto può fare molto” racconta Mariam, una ragazza che partecipa alle attività promosse da AVSI “Se ciascuno di noi ogni mattina si impegnasse a tenere pulito lo spiazzo davanti a casa, vivere ad Abobo sarebbe più bello!”
“L’impatto dell’iniziativa sulla comunità è positivo, perché grazie all’esempio dei giovani” dice Daniela Gelso, capoprogetto AVSI “a poco a poco la popolazione inizia ad unirsi spontaneamente ai lavori, dando luogo a fruttuose collaborazioni. Si tratta di un segno che lascia ben sperare”. Un segno che racconta come questi giovani ragazzi stiano imparando che il cambiamento comincia da loro.

Guarda i ragazzi all'opera!