News
12 Marzo Mar 2013 1242 12 marzo 2013

2013 Anno Internazionale dell’acqua: il valore di ogni singola goccia riscoperto dai bambini in Messico

In occasione dell’Anno Internazionale dell’Acqua e della Giornata Mondiale a essa dedicata, che si celebra il 22 marzo, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 per sensibilizzare alla promozione di un uso consapevole della risorsa maggiore e più importante per gli esseri umani, AVSI racconta le storie di persone incontrate e coinvolte nei progetti nei diversi paesi del mondo che hanno riscoperto l’acqua come veicolo di educazione e possibilità di crescita.

Nel quartiere Monte Albán a Oaxaca in Messico l’approvvigionamento dell’acqua continua ad essere un problema, soprattutto nei mesi di maggior calore e siccità, come in primavera. Fino a cinque anni fa l’acqua arrivava, attraverso le poche tubature installate dal Municipio, solamente una volta ogni quindici giorni.
Questo quartiere, dove AVSI lavora dal 2003 con il suo partner locale CRECEMOS-Dijo, è uno degli insediamenti urbani più problematici del paese: oltre 6mila persone vivono in condizioni di grande povertà, le case sono fatiscenti, hanno pavimenti di terra, muri di cartone e tetti di lamiera. I servizi alla persona sono inesistenti e le condizioni igieniche evidenziano gravi disagi sociali. Oltre a essere denutriti, i bambini hanno i pidocchi e diverse malattie della pelle. La maggior parte delle famiglie è formata da ragazze madri, che mantengono tutta la famiglia.
Per tutte queste ragioni AVSI insieme a CRECEMOS-Dijo, nell’ambito di un progetto finanziato dal Ministero degli Affari Esteri Italiano, ha dotato un centinaio di case del quartiere di cisterne, così che sia possibile almeno immagazzinare l’acqua per poi usarla, pulita, nei periodi di siccità.
Oggi il quartiere è dotato di maggiori tubature, però l’acqua continua a scarseggiare nei mesi tra febbraio e maggio e per questo, anche quest’anno, al Centro di Sviluppo Comunitario “Maria de Guadalupe”, che sostiene 150 famiglie con una mensa che dà da mangiare ogni giorno a 400 bambini e organizza giornate aperte coinvolgendo le mamme e la comunità, sono state proposte varie attività per educare i bambini ad avere cura dell’acqua.

Guarda le foto e i pensieri scritti dai bambini del Centro Maria de Guadalupe dopo aver realizzato le varie attività sul riciclaggio dell’acqua insieme alla maestra Cristina.

Nel nostro quartiere l’acqua è molto scarsa e per questo già da un pò di tempo nel Centro realizziamo delle attività per imparare a riciclare l’acqua.                       - Evelia, 8 anni -







La maestra ci insegna a lavare e strofinare bene i nostri calzini perchè vengano puliti e per imparare a far questo abbiamo usato dei lavandini di plastica con i quali possiamo usare poca acqua.                                                                        - Rigo, 7 anni -







Dopo la colazione nel Centro ci laviamo i denti nell’ angolo della bellezza che c'è al primo piano e per lavarceli usiamo un bicchiere per non sprecare l’acqua.                                                                                                                                          - Casandra, 10 anni - 







Ci piace moltissimo lavarci: in casa non abbiamo la doccia invece al Centro abbiamo la possibilià di farla con l’acqua tiepida. Mentre ci insaponiamo chiudiamo bene il rubinetto e non lo riapriamo fino a quando non ci dobbiamo sciacquare. – Martín, 6 anni -