News
13 Febbraio Feb 2013 1046 13 febbraio 2013

Journal of Acquired Immune Deficiency Syndromes pubblica FREE: 10 anni di lotta all’HIV in Uganda

I risultati di 10 anni del programma  FREE di AVSI, per la prevenzione della trasmissione materno infantile saranno pubblicati sul numero di marzo di JAIDS, Journal of Acquired Immune Deficiency Syndromes, rivista leader a livello internazionale nel campo della ricerca scientifica sui temi legati all’HIV e AIDS.

AVSI sostiene attivamente il programma di prevenzione materno infantile della trasmissione dell’HIV del Ministero della Salute dell’Uganda dal 2002 in 4 distretti della regione Acholi nel Nord Uganda. Lo studio, realizzato da Bannink-Mbazzi F, Lowicki-Zucca M, Ojom L, Kabasomi SV, Esiru G, Homsy J., presenta i risultati dei 10 anni del programma FREE che ha come obiettivo la sensibilizzazione della società e il coinvolgimento medico sul problema dell’AIDS. I dati sono stati raccolti in 24 diverse strutture sanitarie da gennaio 2002 a dicembre 2011. L’analisi dei trend è stata realizzata attraverso il Predictive Analytics SoftWare (PASW). Delle 140.658 donne che hanno partecipato per la prima volta ai servizi di assistenza prenatale dal 2002 al 2011, la percentuale di accettazione del test dell’HIV è stata del 94,4% e 6,2% sono risultate positive. La percentuale dei partner maschili che hanno effettuato il test è aumentata dal 5,9% nel 2002 al 75,8% nel 2011, in confronto al 15,5% nel 2011 a livello nazionale. Complessivamente il 79% delle donne positive all’HIV hanno iniziato la profilassi antiretrovirale (69,4%) o la tripla terapia antiretrovirale (9,6%), in confronto alla percentuale del 52% a livello nazionale del 2011. Il numero delle donne positive all’HIV che hanno partorito in strutture sanitarie è aumentato significativamente dal 55,8% nel 2004 all’81,1% nel 2011. La diffusione dell’HIV tra i neonati esposti al virus di 18 mesi o più piccoli è diminuita dal 10,3% nel 2004 al 5% nel 2011. I risultati mostrano come questo programma dia importanza e rilievo al coinvolgimento sociale della comunità al fianco della struttura medico-sanitario, portando buoni esiti in luoghi remoti soggetti a molteplici sfide.
Visita il sito di JAIDSVisita il sito dedicato a FREEGuarda la gallery fotografica su photophilanthropy.org