News
26 Luglio Lug 2012 1658 26 luglio 2012

Speciale Meeting: HIV, L’EPIDEMIA DIMENTICATA 

"Molto è stato fatto, ma molto resta da fare. L'Italia ha giocato un ruolo fondamentale per l'istituzione del Global Fund sulle grandi malattie, che oggi rischia di essere compromesso dalla crisi finanziaria mondiale. Per questo stiamo rivedendo il metodo di approcio alla malattia." Così il Ministro Belloni al Meeting di Rimini durante l'incontro HIV, l'epidemia dimenticata del 24 agosto.
All'incontro ha partecipato anche Paul De Lay, Direttore UNAIDS. Prevenzione, cura e capillarizzazione di test e farmaci attraverso organizzazioni di base sono i percorsi identificati dai relatori per debellare l'epidemia. Emblematica in questo senso l'esperienza di AVSI in Uganda con il programma FREE. Particolarmente innovativa e interessante l'approccio della Gilead, che produce antivirali rendendo disponibili le licenze a produttori locali.
L’HIV mette in discussione la persona nella sua interezza, poichè rende presente nella vita l’orizzonte della morte, investendo la sfera affettiva, dei rapporti, del valore di sé, oltre che aspetti fondamentali della vita quotidiana come il lavoro e la salute.
La prevenzione è la strategia globale per controllare l’epidemia: prevenzione del contagio, specie tra i giovani, e prevenzione della trasmissione materno-infantile, come via per “isolare” le nuove generazioni dal virus. Tutto ciò non può prescindere dalla ricerca sanitaria e da politiche di salute pubblica, con il coinvolgimento delle imprese farmaceutiche e sotto l’impulso degli organismi internazionali. Da parte sua, “la Chiesa sostiene da molto tempo la causa di un trattamento medico di alta qualità e a minore costo per tutte le persone coinvolte.” (Benedetto XVI, Africae munus).
Come mostrano le esperienze di lotta all’AIDS in Africa, l’approccio preventivo implica anche altri aspetti: la presenza delle organizzazioni sul territorio, capaci di tessere la relazione tra persona e struttura sanitaria; il focus sulla persona nel contesto famigliare e comunitario, poiché l’HIV non colpisce solo la salute del singolo, ma anche la vita sociale ed economica dell’intera famiglia; soprattutto, richiede di mettere a tema il senso della vita, appunto perché “La natura dell’uomo è rapporto con l’infinito”.


Scopri di più sulla campagna FREE su Buone Notizie, p. 8
Buone Notizie - Speciale Meetingwww.avsi-free.org

Guarda il video dell'incontro

Guarda la fotogallery dell'incontro