News
10 Maggio Mag 2012 1611 10 maggio 2012

Storie di speranza. Quando il virus dell’AIDS non ha l'ultima parola. Al Centro Culturale di Milano il 17 maggio.

In occasione del 30° anniversario della scoperta del virus HIV, il Centro Culturale di Milano, in collaborazione con Fondazione AVSI e Medicina & Persona, presenta il 17 Maggio ore 21 "Storie di speranza. Quando il virus non ha l'ultima parola. 30 anni di lotta all'AIDS in Uganda. Lo sguardo dei protagonisti".

Giovedì 17 Maggio alle ore 21,00 presso il Centro Culturale di Milano di Via Zebedia 2, Alberto Reggiori, medico chirurgo per 10 anni in Uganda con AVSI, presenta il libro “La ragazza che guardava il cielo” (ed. Rizzoli) , la storia di Zamu, una donna ugandese malata di Aids la cui vita è cambiata grazie all’amicizia con alcuni volti di AVSI e del Meeting Point di Hoima.
Nel corso della serata vengono inoltre presentati la campagna e il mini-film "FREE: 10 anni di lotta all’AIDS in Uganda, 10 anni di bambini nati senza HIV".
AVSI, infatti, da 10 anni include nei propri progetti sanitari la componente di prevenzione materno-fetale (denominata PMTCT), sostenendo i maggiori ospedali e centri sanitari dell’Uganda del nord.  Questo programma, attraverso la somministrazione di farmaci antiretrovirali alla madre durante le doglie e a lei e al neonato entro 72 ore dal parto, insieme al monitoraggio delle modalità di allattamento, permette di ridurre almeno del 70% la possibilità di trasmissione del virus dell’HIV da madre a figlio, la seconda principale modalità di infezione.
All’evento intervengono Alberto Reggiori, Medico e scrittore, Valentina Frigerio, Responsabile campagna FREE, Alberto Piatti, Segretario Generale Fondazione AVSI, Marco Bregni, Presidente Medicina & Persona. Introduce e coordina Annarita Briganti, Giornalista (La Repubblica).
Scarica l'invitowww.avsi-free.org