News
18 Aprile Apr 2012 1557 18 aprile 2012

SOTAS, partner di AVSI in Lituania, festeggia i 10 anni con gli amici che l'hanno accompagnata in questo cammino

SOTAS compie 10 anni, e li festeggia insieme agli amici che l’hanno accompagnata in questo cammino e che la sostengono.

Per festeggiare questo importante traguardo ha organizzato un concerto che ha ripreso la tradizione e la cultura popolare della Lituania attraverso canti legati alla “rivoluzione cantante”, nati in risposta all’occupazione russa, espressione di un popolo caratterizzato da una profonda identità nazionale e culturale, strettamente legato alla sua terra, e attraverso canti folcloristici che hanno segnato alcuni dei momenti più importanti della storia lituana. Il concerto si è concluso con alcune canzoni contemporanee che esprimono il desiderio dell’uomo che non muore con l’arrivo dell’indipendenza.
Costituita a Vilnius, in Lituania, nell’aprile 2002 come organizzazione non governativa SOTAS è nata dal desiderio di alcuni amici di rispondere ai bisogni e alle urgenze emergenti in particolare tra i giovani e di accompagnare le famiglie in difficoltà nel loro cammino quotidiano.
Il concerto nasce anch’esso da un’amicizia: tra chi canta e chi suona. Nel coro infatti hanno cantato  ragazze e ragazzi lituani, legati a SOTAS mentre l’orchestra era formata da alcuni loro amici italiani.
Al termine dei canti si sono esibiti tre ragazzi di Utena, una città a circa 100 kilometri da Vilnius. Hanno suonato un bellissimo tango accompagnandosi con le fisarmoniche. Sono ragazzi che hanno beneficiato del sostegno a distanza: provengono infatti da una casa famiglia, seguita da SOTAS e legata ad AVSI, che ha dato un’impronta molto particolare all’educazione di questi ragazzi proprio grazie alla musica.

[gallery columns="1"]

La partecipazione all’evento è stata molto sentita e tutta l’organizzazione molto curata. Dalla mostra fotografica che racconta le tappe di questi importanti 10 anni, ai canti, al rinfresco finale. Oltre 250 le persone che hanno partecipato all’evento, sia lituani che non. Amici conosciuti durante i 10 anni di attività, compagni di cammino, collaboratori…Tra questi Samuel, italiano, che presso SOTAS ha svolto il servizio civile. Anche nelle sue parole emerge il sentimento presente in tutta l’organizzazione dell’evento: l’amicizia.

“Il concerto è stato molto bello, i canti emozionanti. Traspariva il sentimento della nostalgia, che lega questo popolo alla sua terra ma anche una grande potenza, la forza, l’orgoglio che caratterizza questa gente. Mi ha colpito come tutto sia stato curato, dall’accoglienza all’organizzazione delle piccole cose, come emergesse chiara l’importanza del fatto che io fossi lì a festeggiare con loro. Che fossimo, tutti noi invitati, importanti compagni di un prezioso cammino”