News
14 Ottobre Ott 2011 1046 14 ottobre 2011

LIBANO: Firmato dal Governo il nuovo progetto di AVSI con FAO e Regione Lombardia

Il 23 settembre nella sede del ministero dell'Acqua libanese, il ministro Gibran Bassil e il ministro dell'Agricultura, Hajj Hassan insieme al rappresentante della FAO, Ali Moumen, hanno dato il via ufficialmente al progetto "Development of Water Management in the Caza of Marjayoun".
Il progetto d'irrigazione riguarda la piana di Marjayoun e AVSI è l'ONG che, insieme a FAO, coordina e realizza i lavori. Proprio in questi giorni AVSI ha iniziato la posa di cinque chilometri di canali interatti che, messi in rete con gli altri già esistenti e realizzati con fondi della Cooperazione Italiana, permetteranno d'irrigare tutti i mille ettari di terreni che da Marjayoun degradano verso Israele.
Durante la conferenza stampa di presentazione del progetto, entrambi i ministri hanno ringraziato il governo Italiano per il finanziamento alla FAO e AVSI e Regione Lombardia per il costante impegno dalla fine della guerra del 2006 ad oggi a favore degli agricoltori e delle loro famiglie nella Piana di Marjayoun.
Famiglie aiutate anche da famiglie italiane che attraverso il sostegno a distanza di AVSI permettono ai bambini e ai ragazzi principalmente di studiare. Il sostegno a distanza in Libano è iniziato infatti nel 1999, oggi i bambini sostenuti sono circa 1.400. Dal 2007 anche a Marjayoun è iniziato il sostegno a distanza e i ragazzi attualmente aiutati sono circa 400, quasi tuttifigli di agricoltori, pastori e lavoratori a giornata.
Storie magnifiche dal volto umano, queste ed altre, raccontate nel docufilm “Sur les chemins de la Plaine", diretto da Michèle Tyan e finanziato dalla Cooperazione Italiana allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri, che ha vinto un premio alla recente 28° edizione di Agrofilm, il festival cinematografico di Nitra, nella Repubblica Slovacca, organizzato anche dalla FAO. Una pellicola delicata che, con grazia e rispetto, racconta una pace possibile nel Libano al confine con Israele, nella Piana di Marjayoun, dove i bambini del sostegno a distanza, da beneficiari, sono gli attori protagonisti.
La nostra sostenitrice Paola sostiene Theresa una bimba libanese che ha conosciuto anche durante un viaggio nel 2010, ecco il suo commento al film: “… Quando ho rivisto il Libano del mio viaggio, nel film "Sur les chemins de la plaine" ho compreso meglio, le difficoltà e il potenziale di una società così complessa. I ragazzi raccontano ai loro sostenitori il loro mondo, gli adulti e la loro terra. Il racconto è pervaso di orgoglio e speranza. La stessa speranza che mi spinge ad aiutare Teresa. Speranza di vederla giovane studentessa e di poter parlare con lei della sua vita e dei suoi progetti. Il mio viaggio sta continuando in Italia attraverso la corrispondenza con Teresa e le mie nuove amiche Maja e Rim, ed il mio volontariato in AVSI. Presto tornerò a trovare Teresa”.