News
12 Ottobre Ott 2011 1839 12 ottobre 2011

DIARIO DI MISSIONE. La CDO Alto Milanese in Brasile

Dall’8 al 16 ottobre una missione con la CdO Alto Milanese per conoscere in prima persona l’esperienza che AVSI sta proponendo sui progetti in Brasile. Una possibilità concreta di verificare sul campo come la persona sia al centro dello sviluppo in tutte le opere e le attività. Durante la missione, il gruppo di imprenditori sarà accompagnato dai cooperanti e collaboratori in loco, fondamentali per una migliore comprensione della realtà brasiliana e nell'introduzione al metodo e alle esperienze di lavoro.
Durante la missione, ci si soffermerà, in particolare, su due tematiche: educazione e lavoro. Il tema lavoro, inteso come qualificazione, formazione e accompagnamento per l’inserimento nel mercato. Il progetto Arvore da Vida, realizzato con la Fiat Brasile a Belo Horizonte, elogiato anche da John Elkann e Sergio Marchionne della Fiat quest’anno al Meeting di Rimini, ne è un esempio. Ma così come anche i tanti altri centri di formazione professionale.
Il tema educativo, che per AVSI è il filo conduttore di ogni programma, in Brasile come nel resto del mondo, è evidente nelle Opere educate Don Giussani dirette da Rosetta Brambilla, a Belo, a favore di 1.200 bambini e ragazzi dai zero ai 17 anni; così come al Cantinho da Natureza di Rio de Janeiro e a Salvador de Bahia nel COF, asilo Don Giussani, Asilo Giovanni Paolo II, fino alla parrocchia servita da Don Ignazio.
Una missione ricca di aspettative, da Milano a Rio, per poi andare a Belo Horizonte e a Salvador de Bahia, per conoscere tutte quelle opere che fanno emergere l’origine dell’esperienza.
www.cdoaltomilanese.org

DIARIO DI VIAGGIO

1° TAPPA - Rio, 8, 9, 10 ottobre 2011
In questi giorni qui in AVSI a Rio de Janeiro abbiamo ricevuto la visita degli amici imprenditori della Cdo Alto Milanese. Il gruppo è composto di sette imprenditori tra cui il presidente e i membri del direttivo di una associazione che conta con 1.500 imprese e che tutti gli anni nel periodo natalizio organizza una Tenda che coinvolge ben 900 imprenditori.
Il lunedì gli amici hanno visitato il Centro Educativo Cantinho da Natureza, qui da noi a Rio de Janeiro, che accoglie 260 bambini e adolescenti dai 0 ai 14 anni e le loro famiglie e il progetto di formazione al lavoro Ao Trabalho! (al lavoro) che coinvolge altri 150 giovani dai 17 ai 24 anni. Due opere sostenute da AVSI con la partnership di privati, General Eletric , sostegno a distanza, Cooperazione Italiana e Regione Marche.
La missione, partita dall’Italia, aveva uno scopo ben preciso: incontrare persone per “allargare l’orizzonte del fare impresa”, imparando anche da quello che AVSI realizza. Per questo è stato organizzato proprio un incontro tra persone che ha suscitato un dialogo molto intenso coinvolgendo gli operatori del Cantinho così come i giovani che stanno seguendo la formazione.
Il gruppo di imprenditori ha incontrato due classi di giovani: una con 25 ragazzi tra i 15 e 17 anni che stanno facendo un corso di sostegno allo studio e orientamento al mercato del lavoro e una con 16 giovani che si preparano ad entrare nel settore alberghiero. I ragazzi, colpiti dalla visita, hanno posto davvero un sacco di domande agli ospiti per capire e sapere tutto, da quando e come è iniziata la loro carriera, a qual è stato il primo lavoro che hanno svolto e che consigli potevano dare a loro, giovani che stanno per iniziare a lavorare. Hanno voluto sapere come non avere paura delle difficoltà, come perseguire un impegno. Tante le risposte e i consigli, preziosi, per coltivare la passione e, soprattutto, per cercare sempre una compagnia che sostenga nella vita.
Gli amici stanno per partire dalla nostra e bella Rio de Janeiro in direzione di Belo Horizonte e Salvador. Non li dimenticheremo. A breve leggeremo il diario dalla prossima tappa. Intanto eccovi le nostre foto! Alla prossima, Paola Gaggini, AVSI a Rio

2° TAPPA – Belo Horizonte 11 e 12 ottobre 2011
Ciao Amici, vi comunico che il giorno 11 e 12 ottobre la missione degli amici della CDO Alto Milanese è arrivata qui da noi a Belo Horizonte.
Insieme, dall`aeroporto siamo andati direttamente al Centro Alvorada, dove sono stati accolti dalla Fernanda e poi dalla Rosetta, e dove hanno potuto vedere e incontrare i frutti di un’opera che ha cambiato la vita di migliaia di bambini.
Molto emozionante è stato il momento a Casa Novella, la casa di accoglienza per bambini abbandonati, dove Rosetta ha ricordato i suoi oltre 40 anni di missione in Brasile descrivendo fatti e persone fondamentali della nostra storia in questo Paese dell’America Latina.
Molto ricca è stata anche la visita al progetto che AVSI implementa insieme alla FIAT “Arvore da Vida” e che tanti di voi avrete visto e incontrato al Meeting di Rimini quest’estate. Un progetto di responsabilità sociale nato nel 2004 in collaborazione anche con il nostro partner locale CDM e finanziato anche dalla Cooperazione italiana che sta dando lavoro, formazione ed educazione beneficiando ad oggi 13.500 persone tra bambini, giovani, adulti e rispettive famiglie.
Gli amici arrivati dall’Italia, Alberto, Franco, Gianpaolo, Marco e tutti gli altri, hanno verificato di persona un modo di lavorare “forse unico” di una grande impresa, una multinazionale, con una ong come noi in partnership con il Governo locale e la società civile. Tutti insieme per l’obiettivo.
Durante la visita alle varie attività educative, di formazione professionale e di attività generatrici di reddito, una forte pioggia tropicale ha impedito la continuazione della camminata all’aperto, ma ha stimolato due bellissimi incontri con le 27 donne di Cooparvore – le simpaticissime donne che fanno borse con i materiali di riciclo delle auto Fiat - che hanno raccontato che cosa è stata per loro la partecipazione al Meeting di Rimini. Gli imprenditori della CDO Alto Milanese hanno incontrato anche i giovani del coro Arvore da Vida che, dopo aver cantato due canzoni brasiliane, hanno dedicato agli amici il “Va Pensiero” suscitando grande emozione.
Significativo è stato anche il dialogo con i ragazzi, tutti molto attenti, curiosi e pieni di domande che hanno fatto riflettere i nostri amici (e noi compresi!) soprattutto quando una ragazzina ha alzato la mano chiedendo di spiegarle se l’origine dell’amicizia fra loro era nata in occasione di questo viaggio se arrivava da più lontano… Vi allego alcune foto che abbiamo fatto! Ciao, a breve, la missione si sposta a Salvador.
Un saluto, Gianfranco Commodaro, AVSI a Belo Horizonte

3° TAPPA – Salvador de Bahia 13 - 15 ottobre 2011
I nostri amici della CDO Alto Milanese sono arrivati qui a Salvador de Bahia, direttamente da Belo Horizonte, giovedì 13 ottobre, all’ora di pranzo. Nel pomeriggio hanno visitato i nostri uffici e qui ho raccontato loro il progetto Ribeira Azul, mostrando alcune foto dell’area dove, fino ad alcuni anni fa, erano presenti palafitte traballanti in equilibrio precario sull’acqua, nelle quali vivevano oltre 135 mila persone alle quali abbiamo dato nuove e vere case sulla terra ferma. Successivamente con l’aiuto della collega Julia Ribeiro abbiamo spiegato i progetti passati e in corso della Fondazione AVSI qui a Salvador e nella città di Recife.
Il venerdì è stato dedicato alla visita delle opere, cominciando dal nuovo Centro di Aiuto Fraterno che AVSI sta ristrutturando per l’avvio di corsi di formazione per giovani. Carolina e Gerson, che sono impegnati direttamente in questo progetto, hanno avuto modo di spiegare cosa avverrà in queste aule, la metodologia che applicheremo e chi saranno i giovani che all’inizio di novembre parteciperanno a questa formazione.
Ci siamo poi diretti verso l’Asilo Don Luigi Giussani. Qui la direttrice Doris ha illustrato il significato di questa struttura, raccontando come le famiglie che adesso vivono nelle case che circondano l’asilo prima vivevano in palafitte. È molto bello vedere come sono felici qui i bambini, e quanto un intervento come quello di AVSI sia riuscito a cambiare in così poco tempo la vita di tutte queste persone.
Nel pomeriggio abbiamo potuto incontrare Padre Ignazio Lastrico nella chiesa del Gesù Cristo Risorto e poi abbiamo visitato il Centro Educativo Giovanni Paolo II, il COF e l’asilo Giovanni Paolo II. Di quest’ultima opera tutti sono rimasti affascinati dal racconto di Joseilma, una donna che da sempre abita in una casa di fronte all’asilo e che ha conosciuto questa realtà prima iscrivendovi il figlio, poi lavorandoci. Adesso, dopo essersi iscritta e laureata in pedagogia, ne é diventata direttrice didattica.
Alla fine della giornata, gli sguardi dei nostri amici erano pieni di gioia per tutto quello che hanno visto e toccato con mano.
Un caro saluto, Cesare Simioni, AVSI a Salvador de Bahia

VIDEO. Marchionne incontra i protagonisti del progetto Arvore da Vida

INTERVISTA. Rosetta Brambilla si racconta su Rai Due, Sulla Via di Damasco

VIDEO. Salvador de Bahia, I mattoni e i bambini. Il reportage di Roberto Fontolan

VIDEO. Rio de Janeiro, il Centro educativo Cantinho da Natureza