Paese

Ruanda

Tra le prime ong a entrare in Ruanda nei mesi del genocidio del 1994, lavoriamo nei settori di educazione, sanità e lavoro in vista di uno sviluppo sostenibile.

 I5A6221

“Il nostro impegno in vent’anni di storia non è cambiato. Occuparsi delle conseguenze del genocidio è più che mai necessario. E questo vuol dire prendersi cura della vita dei ruandesi, e aiutare a riscoprire il proprio valore di persone”

Lorette Birara, Country Representative

Ricostruire una comunità segnata. ​Fondazione AVSI ha iniziato il suo lavoro al fianco delle popolazioni ruandesi nel 1994, quando fu tra le prime ong a varcare il confine con l’Uganda per sostenere le vittime del genocidio con interventi di emergenza. Oggi, a più di due decenni di distanza, mentre il Ruanda continua il suo percorso per ricostruirsi come comunità nonostante le ferite profonde, i progetti di AVSI rilanciano sempre - quale fulcro di ogni attività - la questione della riconciliazione.

Dall'emergenza a un futuro di sviluppo. Attualmente AVSI opera in tutto il Paese nei settori dell'educazione, della sanità e dell’inserimento al lavoro. Dopo gli interventi di emergenza degli anni ’90, oggi gli operatori portano avanti azioni a lungo termine, pensate per avviare un processo duraturo di sviluppo. A cominciare dai bambini, i primi beneficiari dei progetti AVSI in Ruanda.

L'impegno per l'educazione. Attualmente presente nei distretti di Kamony, Ruhango, Nyanza, Gatsibo e Gicumbi, AVSI ha realizzato numerosi progetti nel settore educativo per garantire agli orfani del genocidio, ai bambini e ai ragazzi più poveri la possibilità di accedere a un'educazione di qualità, ricevere cure mediche e supporto psicologico.

L'esperienza nella lotta all'HIV/AIDS. Nel settore della sanità l’impegno principale è rivolto alla prevenzione dell’HIV/AIDS, con una serie di attività per fronteggiare una malattia che continua ad affliggere troppi Paesi dell’Africa.

Per i più piccoli. Grande attenzione è rivolta a progetti di child protection, secondo un modello d’intervento olistico denominato PACOME (Parents, COMmunauté, Ecole), anche con l'avvio di diversi asili comunitari, con l'avvio di diversi asili comunitari.

Sviluppo rurale. Sono stati realizzati interventi nei settori idrico e ambientale, con la costruzione e riabilitazione di oltre 200 km di acquedotti finanziati dal Ministero degli Affari Esteri e dall’Unione Europea.

TWAMUGIZE ANTOINETTE, 24 years old, has been supported through @avsi_foundation Distance Support Program since 2001...

Pubblicato da AVSI Rwanda su Domenica 5 agosto 2018

Contatti:

Documenti

News Correlate

Vedi Tutte