News
10 November Nov 2020 1537 10 November 2020

Emergenza COVID-19 cosa stiamo facendo in Messico

Gli interventi di risposta alla crisi sanitaria, economica e sociale dallo scoppio della pandemia a novembre 2020

Interventi in emergenza

  • Progetto POLO (sostenuto dall'Unione europea): riallocato il 5% del budget dell’anno per attività di risposta alla contingenza
    Promossi e supportati centri di sostegno educativo virtuali gestiti da 7 organizzazioni locali, selezionate tramite un bando che seguiranno per tre mesi 340 bambini e adolescenti.
    Programmati 15 seminari virtuali di sensibilizzazione, rafforzamento, resilienza, sostegno educativo, scambio di esperienze e buone pratiche sanitarie (per rispondere all'emergenza COVID 19) rivolti alle organizzazioni e istituzioni delle aree del progetto.
    Censimento delle esigenze di 120 organizzazioni della società civile coinvolte nel progetto negli stati di Guererro, Oaxaca e Puebla;

  • Progetto Inclusión digna (sostenuto dall'Unione europea) - riallocato il 5% del budget dell’anno per attività di risposta alla contingenza
    Censimento delle esigenze dei quattro centri di accoglienza (2 nello stato di Oaxaca e 2 in quello di Jalisco) per far fronte alla pandemia di COVID-19 e distibuzione di pacchi viveri e kit igienici.
    Mappatura delle famiglie di migranti con minori (nell'area di intervento dei centri di accoglienza), di persone alle quali è già stato riconosciuto lo status di rifugiati e hanno iniziato la fase di integrazione ma hanno perso il lavoro a causa della pandemia. Per le più vulnerabili si prevedono azioni specifiche: pacchi viveri, aiuto agli studenti nelle didattica a distanza
    Aiuto per la messa a punto di un piano di continuità post emergenza per i centri di accoglienza

  • Progetto Fortalecimiento educativo (sostenuto da Enel Cuore): sostegno educativo agli studenti delle scuole coinvolte. Si svolgono lezioni online a distanza; i bambini che non riescono a connettersi o che non hanno un computer vengono seguiti tramite i gruppi di WhatsApp. Questi spazi virtuali sono anche il luogo per diffondere informazioni sulle misure di prevenzione e, soprattutto, per condividere dubbi, paure che provano i bambini. È stato realizzato un piano di attività estive pensato per continuare ad accompagnare l'educazione dei giovani. In progettazione un laboratorio scolastico per i genitori.

Il progetto sostegno a distanza: dal 23 marzo sono sospese tutte le attività che prevedono un contatto ravvicinato con i bambini e le famiglie per prevenire il rischio di contagio. Continua la collaborazione con i partner locali:

  • AVSI México effettua lezioni online per ragazzi e ragazze beneficiari e accompagnamento tramite gruppi di WhatsApp
  • con Crecemos sono in atto attività per garantire la didattica a distanza
  • insieme a Centro de Solidaridad Juvenil A.C. è stato attuato un servizio di distribuzione di pacchi alimentari alle famiglie dei bambini sostenuti a distanza.

L'emergenza COVID-19 in Messico

L'impatto sull'attività di AVSI

Uffici: chiusi dal 23 marzo, il personale lavora da remoto | Progetti: in corso regolarmente

Cosa puoi fare tu

Sostieni il progetto "Bambini migranti, non più soli" >

Sostieni a distanza un bambino in Messico, scopri come >

Related News