News
24 June Jun 2020 0957 24 June 2020

Terremoto in Messico: i bambini sostenuti a distanza stanno bene

Le aule costruite nel 2019 non sono state danneggiate e ci siamo messi in contatto con i 100 bambini sostenuti, con cui abbiamo organizzato una serie di incontri online per stargli accanto in questo momento difficile.

Mass4

Martedì 24 giugno, una scossa di terremoto di magnitudo 7,5 della scala Richter, ha colpito la costa dello stato di Oaxaca, a 23 km a sud-est di La Crucecita, causando sei vittime e 30 feriti. AVSI è presente nella regione dell'istmo di Oaxaca, che da tre anni è diventata una delle zone più sismiche del Messico.

Dopo la scossa, il team AVSI si è assicurato che non vi fossero danni alle aule costruite nel 2019 e alle persone coinvolte nei nostri progetti. Nonostante l'interruzione dell'energia elettrica e della rete telefonica durata per più di 12 ore, siamo riusciti a verificare lo stato di salute dei 100 bambini sostenuti a distanza. "Tutti stanno bene, nelle diverse chat di WhatsApp che condividiamo con studenti e genitori tutti ringraziano Dio perché stanno bene", racconta Sholey Castillejos, responsabile del sostegno a distanza a Oaxaca.

In questo momento, AVSI sta organizzando una serie di incontri online con gli studenti per affrontare insieme le paure e discutere di ciò che è accaduto, parlando anche di come prevenire le catastrofi.

Nei 50 comuni dello stato è stato proclamato lo stato di emergenza e il presidente del paese ha chiesto alla popolazione di mantenere l'allerta per le scosse di assestamento: a quasi 24 ore dalla scossa principale sono state infatti registrate 1.571 scosse di assestamento.

Related News