Mistral Tour

mistral

Partner “storico” di AVSI anche nel 2015 ha rinnovato la partnership e ha contribuito alla realizzazione di tutti i materiali e gli strumenti della presenza di AVSI al Meeting di Rimini. Un grande e concreto aiuto in favore dell’impegno di AVSI nel mondo.

Da anni Mistral Tour sostiene AVSI definendola suo “partner naturale” poiché, come spiega Michele Serra, amministratore delegato, “in primo luogo, lavora negli stessi paesi che noi abbiamo imparato ad amare nel corso degli anni. In secondo luogo, soprattutto, la nostra collaborazione ci ha sempre educato a vedere, al di là delle diversità apparenti, che lo scopo è comune: è l’Opera di un Altro che assegna a ciascuno il suo posto, secondo la sua storia e le sue inclinazioni, per edificare la stessa costruzione: ci sono ruoli diversi, ma il cuore è lo stesso. È una scoperta, questa, che rende il nostro lavoro molto più carico di gusto e dignità, contribuendo ad eliminare quel senso di inutilità che spesso grava in questi tempi sul mondo del lavoro”.

Profilo

Quasi 40 anni di attività in India, Medio o Estremo Oriente, Cina o in Sud America Mistral Tour ha intessuto una rete di rapporti che permette di costruire – per tutti i suoi clienti – viaggi “speciali”. Il viaggio per Mistral è una avventura umana senza eguali, la possibilità continua di scoprire la realtà affascinante del nostro mondo, anche quando si crede di conoscerlo già

Il viaggio ci pone a contatto con altri modi di vivere, altre religioni, altre forme di vedere il mondo e la sua storia. Viaggiando, scopriamo noi stessi e gli altri, ci troviamo immersi nella vasta storia dell’umanità, eredi e partecipi di un universo familiare ed estraneo al tempo stesso. Mistral Tour Internazionale nasce nel 1976 dall’amore per il viaggio e dall’esperienza già consolidata di Stefano Chiaraviglio, inventore in Italia dei viaggi tutto compreso e dei voli speciali.

Risale infatti al 1958 la sua prima operazione charter italiana organizzata insieme al dopolavoro della R.I.V di Torino con destinazione Nizza. Seguono nei primi anni 60 i viaggi speciali verso l’Egitto con voli in partenza da Torino su aeromobili DC6 (memorabile il viaggio di 8 giorni organizzato per L’associazione Medica nel 1963 per contemplare i monumenti di Abu Simbel ancora nel sito originario, poco tempo prima dello spostamento sul sito attuale).

A queste operazioni seguirono un numero incredibile di voli speciali a rotazione su tutte le capitali europee e la pianificazione di viaggi con voli di linea in moltissimi paesi del mondo, con particolare predilezione per i paesi asiatici. Risalgono alla fine degli anni ’60 i primi viaggi in India, Kenya, Giappone, USA, e il primo volo speciale italiano in Thailandia nel 1975. Da quel momento è un susseguirsi di nuove mete asiatiche, accanto a quelle classiche mai abbandonate ed a quelle europee: Iran, Giordania, Marocco, Algeria, Siria, Nepal, Israele, U.R.S.S. asiatica ed europea, Indonesia, Yemen, Cina (voli speciali da Torino in collaborazione con CAAC dall’ottobre 1978), Birmania e quindi Vietnam e Cambogia.

Visita il sito